ANNO 9 n° 319
Omicidio Fedeli, nuovo sopralluogo della scientifica sulla scena del crimine
Transenne di fronte all'entrata e strada interdetta al traffico
21/05/2019 - 11:13

VITERBO – Omicidio di Norveo Fedeli, la polizia scientifica passa al setaccio la scena del crimine. Questa mattina un nuovo sopralluogo nella jeanseria di via San Luca: stop al traffico e transenne di fronte all’entrata del negozio per permettere agli inquirenti di analizzare ogni centimetro quadrato della boutique nella quale lo scorso 3 maggio, il 74enne Norveo Fedeli è stato ucciso a colpi di sgabellate.

A confessare l’omicidio il 22enne Michael Aaron Pang, in carcere con le pesantissime accuse di omicidio volontario e rapina aggravata.

Dopo essere stato rintracciato a Capodimonte, dopo appena 12 ore di fuga, il giovane è stato tratto in arresto e recluso a Mammagialla: la confessione è arrivata durante il suo interrogatorio in carcere.

''L’ho ucciso io – ha detto al giudice, alla presenza dei suoi due avvocati difensori – chiedo scusa alla sua famiglia e a tutta la comunità''-.

Questa mattina, intanto, a distanza di circa venti giorni dalla tragedia, un nuovo sopralluogo della polizia scientifica, che permetterà di ricostruire quei drammatici istanti all’interno della storica boutique Fedeli. Sul posto è presente anche l'avvocato Lidia Ladi, difensore di Michael Aaron Pang. 






Facebook Twitter Rss