ANNO 9 n° 320
Olive, a Canino raccolto sotto la media
Previsioni pessimistiche a causa del clima ''pazzo''. Va meglio tra Montalto e Tarquinia
15/10/2019 - 06:58

di Veronica Ruggiero

CANINO - Stagione difficile per olivicoltori e frantoiani, che si trovano a dover fare i conti con un raccolto olivicolo decisamente sotto la media. Impossibile per ora fare una stima esatta dell'ammanco, dato che la raccolta è da poco iniziata, ma qualche agricoltore a Canino denuncia fino al 70% di frutti in meno rispetto alla norma. Una difficoltà derivata senza dubbio dai cambiamenti climatici che negli ultimi anni si sono registrati in tutta la zona, dove si sono alternati, in pochi mesi, momenti di siccità, gelate tardive che hanno colpito la pianta durante la fioritura e imprevisti nubifragi.

Raccolti più abbondanti invece per le aziende agricole vicino al litorale, tra Montalto di Castro e Tarquinia, graziate  da un clima più mite. Non solo i frutti, ma anche la resa, cioè il rapporto tra quantità di olive e prodotto finito, sembrerebbe essere bassa. Gli operatori di settore punteranno quindi sulla qualità che sembra essere invece essere eccezionale, considerando anche la quasi totale assenza della mosca.







Facebook Twitter Rss