ANNO 7 n° 322
Ogni tassello torna al proprio posto
Nofri Onofri si risiede sulla panchina, i tifosi sugli spalti. Camilli pensa al logo
18/10/2017 - 07:13

VITERBO - (f.c.) E' rivoluzione in casa Viterbese: una rivoluzione che profuma di passato. Cambia l'allenatore, cambiano le decisioni e rientra tutto nella norma. Federico Nofri Onofri torna a sedersi sulla panchina gialloblu, solo simbolicamente vista la squalifica da scontare, la curva nord torna sugli spalti del Rocchi. Piero Camilli, invece, a seguito di un colloquio con i tifosi pensa al logo e la denominazione societaria: goccia che ha fatto traboccare il vaso della lunga protesta.

Le mura amiche si riempiranno di gente, nuovamente, ambo i lati e non solo in tribuna. Il mister, che con la Viterbese portò a casa uno scudetto, ha ricevuto il pentimento del Patron Camilli in conferenza stampa: ''Mi sono pentito di non averlo confermato''. La ''Castrense'' potrebbe sparire presto dal nome del club riportando il logo originale. I tifosi torneranno in curva già da questa domenica in cui è in programma, in serata, la partita non facile contro il Siena.

Tutto torna al suo posto, tutto torna alle origini che regalarono gioie alla Viterbese. Manca poco per ricreare quell'atmosfera che domenicale fatta di famiglie, sciarpe e cori assordanti. Fatta di bandiere, lunghe discussioni da bar e giocatori grintosi. Tutti uniti da una città. E per questo c'è un treno in partenza alle 18.00 di domenica da via Marconi: è quello della nord che, con un corteo, tornerà sui propri spalti. Destinazione: passione.







Facebook Twitter Rss