ANNO 10 n° 17
Oggi primo assaggio della nuova Viterbese
Al Rocchi l'esordio ufficiale
in Coppa Italia contro l'Ancona
02/08/2015 - 00:01

VITERBO - Parte oggi, ufficialmente, la nuova stagione della Viterbese Castrense, costretta a rimboccarsi le maniche e dare il via a un secondo tentativo di scalata alla serie D dopo quello non andato a buon fine dello scorso anno.

I gialloblu del nuovo tecnico Sanderra sono infatti attesi oggi pomeriggio dall'impegno di Coppa Italia contro l'Ancona, squadra arrivata sesta lo scorso anno nel girone B di Lega Pro e rafforzata dal mercato con l'intento di migliorarsi.

I marchigiani hanno confermato in panchina l'allenatore Cornacchini, sono riusciti a trattenere i vari Paoli, Polizzi e Hamlili e hanno messo mano al portafoglio portando in biancorosso Bussi, Pandolfi, Maiorano (scuola Inter), Pedrelli e Konate (prelevato dall'Empoli), oltre al ritorno di Umberto Cazzola.

Partita dal pronostico obbligatoriamente a favore degli ospiti, dunque, anche perché la stessa società gialloblu ha fatto capire più volte nelle scorse settimane di non avere particolarmente a cuore l'impegno. Occasione buona per testare qualche giovane e poco più, insomma, con la possibilità di vedere all'opera i pochi big sbarcati finora nella Tuscia.

Sanderra per l'occasione ha convocato diciassette calciatori: si tratta di Addessi, Ansini, Boccardi, Condemi, Cuccia, Dalmazzi, D’Alessio, Faenzi, Fè, Ghezzi, Nohman, Pace, Pacciardi, Perocchi, Pini, Roversi e Scardala. Possibile, dunque, l'esordio dal primo minuto dei due nuovi arrivi Nohman e Roversi, con la difesa che, portiere a parte (probabile l'esordio di Pini) dovrebbe ricalcare quella della passata stagione.

Appuntamento alle 17 all'Enrico Rocchi, eletto a teatro della sfida dopo la richiesta degli avversari di invertire il campo a causa della concomitanza con un concerto. La vincente proseguirà il proprio cammino andando a incrociare i tacchetti contro il Livorno.

Più che alla Coppa, però, i supporter gialloblu guardano al 4 agosto, quando la commissione del Consiglio Federale prenderà in esame le domande di ripescaggio in Lega Pro. Quella della Viterbese è incompleta, mancante dei 500 mila euro a fondo perduto richiesti. Sarà respinta, lasciando ai Camilli qualche giorno per completare la pratica.

Difficile che la famiglia di Grotte di Castro si decida a un simile esborso. La speranza, piuttosto, è in un cambiamento in corsa delle regole, che rimetterebbe in gioco di colpo i gialloblu. 





Facebook Twitter Rss