ANNO 9 n° 178
Oggi i funerali di Gianfranco e Rosa
Le esequie si svolgeranno alle 10.30 presso la chiesa di S.Maria del Paradiso
18/12/2017 - 06:52

VITERBO - Si svolgeranno oggi alle 10.30, presso la chiesa di Santa Maria del Paradiso, i funerali di Gianfranco Fieno e Rosa Franceschini, la coppia di coniugi trovata cadavere nel proprio appartamento in via Santa Lucia la sera del 13 dicembre scorso. 

Nella giornata di venerdì si è svolto l'esame autoptico sui corpi, condotto dal dott. Saverio Potenza del dipartimento di medicina legale dell'Università di Tor Vergata, e le salme sono state riconsegnate ai familiari per le esequie.  Gli esiti dell'autopsia, disposta dal procuratore capo Paolo Auriemma e dalla pm Chiara Capezzuto, serviranno a stabilire con precisione i tempi e la dinamiche dei decessi dei due coniugi, portando un contributo decisivo alle indagini della procura di Viterbo.

Sebbene gli inquirenti mantengano il massimo riserbo, tra le ipotesi c'è quella della morte naturale per Gianfranco Fieno e quella violenta, causata da un colpo inferto alla testa con un corpo contundente, per sua moglie Rosa. Decisivo in questo senso sarà il responso del medico legale che arriverà tra 60 giorni.

Ieri il parroco di Santa Maria del Paradiso, al termine della messa delle 11, ha detto: ''Per favore buttate le chicchiere nel cestino dei rifiuti. I pettegolezzi feriscono la gente e basta. Ora dedichiamoci al dolore di chi, in cielo troverà la serenità con le preghiere di questo quartiere. Domani (ndr oggi) alle 10.30 vi aspetto tutti ai funerali''.

Finora, l'unico indagato e principale sospettato per la morte dei Fieno e il figlio Ermanno, scomparso dal giorno del ritrovamento dei corpi e ritrovato venerdì mattina a Ventimiglia, dove era in procinto di prendere un treno per espatriare verso la Francia. Il 44enne, attualmente in stato di fermo presso il carcere di Imperia, proprio mentre si svolgeranno a Viterbo i funerali dei genitori si ritroverà davanti al gip per la convalida dell'arresto e il probabile trasferimento presso la casa circondariale viterbese di Mammagialla.





Facebook Twitter Rss