ANNO 9 n° 339
Offese dall'assistente: il Montefiascone prepara l'esposto alla Procura Federale
Mister Enrico Centaro: ''Calpestata la dignità dei miei giocatori''
12/11/2019 - 06:48

di Francesca Cuccuini 

MONTEFIASCONE - A volte succede che, di una partita di calcio, rimanga impresso tutto meno che il calcio stesso. E questa spiacevole sensazione ha colpito gli spettatori del match di domenica mattina tra Montefiascone e Grifoni Gialloverdi. La cornice è quella dello stadio Fontanelle e il campionato è quello di promozione. La partita porta ancora con sè qualche strascico e la convinzione, da parte del presidente Lorenzo Minciotti, che di certo la squadra di casa non si lascerà tutto alle spalle senza fare chiarezza.

Triplice fischio finale, offese e spinte. Con un collaboratore dell'arbitro che avrebbe apostrofato i locali con una frase di poca eleganza. Non è finita nel migliore dei modi, non è finita sul terreno di gioco. E non per il risultato. La società falisca recrimina un comportamento piuttosto scorretto della terna arbitrale a fine gara. Proprio chi dovrebbe portare l'ordine in campo ha dato vita al caos. Un caos che ha visto anche un dirigente della formazione locale ricevere uno spintone.

Il presidente Lorenzo Minciotti è sbalordito dall'accaduto: ''Al termine della partita, le due squadre erano sotto il tunnel dello spogliatoio e, in quel momento, l'assistente ci ha rivolto una frase indecorosa dopo aver spintonato il preparatore dei portieri''. C'è rammarico, in casa gialloverde, e tanta determinazione: ''Stiamo preparando un esposto alla procura federale. Non per una questione tecnica ma comportamentale, anche se in campo si sono visti errori macroscopici che ci hanno condannato a una sconfitta immeritata. Verremo convocati con la terna arbitrale per parlare dell'accaduto''.

''Atteggiamento aggressivo e strafottente'', lo ha definito il presidente Minciotti che conferma la presenza di svariati testimoni. ''In tanti anni di calcio non ho mai vissuto una situazione del genere. E non ho mai sentito un assistente pronunciare frasi così offensive'', ha dichiarato uno dei dirigenti che si è ritrovato al centro della diatriba. Espulso il capitano del Montefiascone, il medico e il mister Enrico Centaro. Nel finale fuori anche un giocatore per parte. Un tabellino da brividi che entra al centro di una polemica.

Anche l'allenatore, Enrico Centaro, ha commentato l'accaduto: ''E' un episodio grave: non deve essere mai calpestata la dignità dei miei giocatori, della squadra, della società e dei miei collaboratori. Spero ci sia tutela nei nostri confronti. Ci sono casi in cui sono state date pesanti squalifiche a giocatori che hanno spintonato direttori di gara: non vedo perchè non debbano essere applicate anche agli assistenti. Non mi piace commentare questi episodi, ma questa volta è doveroso''. 






Facebook Twitter Rss