ANNO 9 n° 266
''Non posso credere che sia lo stesso ragazzo che ha rischiato di uccidermi''
Michael Pang, l'assassino reo confesso di Norveo Fedeli, avrebbe rischiato di uccidere un suo amico durante un incidente stradale avvenuto nel luglio 2014
07/05/2019 - 17:07

VITERBO - ''Non posso credere che sia lo stesso ragazzo che ha rischiato di uccidermi in un incidente d'auto.'' Michael Aaron Pang, l'assassino reo confesso del commerciante viterbese Norveo Fedeli, avrebbe rischiato di uccidere un suo amico in un incidente stradale avvenuto 5 anni fa a Overland Park, la cittadina del Kansas (USA) dove è cresciuto e viveva prima di arrivare due mesi fa in Italia. 

A dirlo è Brian Hudgens, un ragazzo oggi 22enne, che ha riconosciuto Pang dopo la notizia del suo arresto diffusa su internet dalla Cnn. Secondo quanto riferisce il Kansas City Star, ''Pang (all'epoca minorenne, ndr) guidava una Toyota Camry nelle prime ore del 26 luglio 2014, con Hudgens sul sedile del passeggero'', quando, a causa di una tentata manovra di ''drift'', l'auto è andata a sbattere contro un albero. ''L'incidente ha lasciato Hudgens con ferite e danni al cervello e ai reni'', prosegue il giornale americano.

''I registri giudiziari – aggiunge il Kansas City Star – non mostrano alcuna accusa contro Pang in relazione all'incidente''. Tuttavia, il ragazzo ''si è dichiarato colpevole di aver consumato e posseduto alcolici lo stesso giorno in cui si è verificato lo schianto''. Per quel reato Pang venne condannato a 9 mesi di libertà vigilata, poi ridotti a 7.





Facebook Twitter Rss