ANNO 8 n° 291
Nofri: ''Meritavamo molto più di un pari''
Il mister gialloblù: ''Un punto è poco per quello che la squadra ha fatto vedere''
30/10/2017 - 06:53

AREZZO- La Viterbese esce con un pareggio dalla trasferta in terra toscana contro l'Arezzo. Ma alla fine il bicchiere sembra essere mezzo vuoto, infatti per le tante occasioni prodotte la squadra laziale avrebbe anche potuto centrare i tre punti.

E' dello stesso avviso il tecnico Federico Nofri Onofri che ammette in conferenza stampa: 'Meritavamo molto di più del pareggio perché la squadra ha giocato una grande partita lasciando le briciole ad un avversario tosto come l'Arezzo'. Qualcuno parla di una presunta posizione di off side di Moscardelli, ma il tecnico preferisce guardare oltre: 'Oltre all'episodio la squadra ha disputato una grande prestazione, è stata molto aggressiva come piace a me, peccato per la mancata vittoria perché per le tante occasioni prodotte avremmo dovuto fare bottino pieno'.

L'infortunio di Jefferson e l'ingresso di Bismark che ha sbagliato due gol clamorosi, il tecnico cerca di non infierire troppo sul ragazzo: 'Ha colpito il palo e non ha tirato fuori, invece nella seconda non è stato preciso, anzi direi troppo precipitoso. Deve crescere ma è giovane e può diventare esplosivo. Razzitti invece ha fatto a sportellate con al difesa avversaria ed è stato straordinario'.

L'Arezzo non ha fatto un tiro in porta oltre il gol, ed invece la Viterbese ha concluso sette volte nello specchio ma segnando soltanto un gol.

Il tecnico ammette: 'Vero, ma i ragazzi hanno messo tutto in campo, ed i nostri avversari hanno sofferto tanto; peccato soltanto non aver chiuso il match prima, ma mi è piaciuta la reazione e soprattutto la grinta mostrata nel secondo tempo'. La squadra ha fatto quello che doveva fare, così come a Siena, però purtroppo è mancato il colpo del ko.

'Siamo mancati di precisione e cinismo, potevamo benissimo vincere, ma ci accontentiamo di questo punto colto su un campo difficile. Una gara che sembrava in controllo della squadra giallo blu, poi il guizzo di Moscardelli, la sua spaccata in sospetta posizione irregolare ha messo la strada in salita. 'La gara l'abbiamo sempre fatta noi: siamo venuti qui ad Arezzo per cercare punti, purtroppo nel calcio bisogna metterla dentro e noi ci siamo riusciti solo su rigore, ed ora stiamo qui a mangiarci le mani per aver sprecato una grande occasione'.

Primo pareggio stagionale dopo la sconfitta contro la Robur Siena, ma questa sembra essere stata la serata dei rimpianti, il tecnico conclude: 'Un punto è poco per quello che la squadra ha fatto vedere, siamo giovani e poco pratici, però dobbiamo accettare il verdetto del campo, ed andare avanti con serenità, anche se qui ad Arezzo poche squadre raccoglieranno punti'.





Facebook Twitter Rss