ANNO 9 n° 231
Nofri: ''Budoni crocevia fondamentale''
Il tecnico della Viterbese si prepara in vista della difficile trasferta sarda
22/01/2016 - 18:25

VITERBO – (To. Z.) ''Quella contro il Budoni sarà una gara fondamentale. Un match che non possiamo permetterci di sbagliare in questo momento del campionato visto gli scontri diretti che il calendario regalerà nei prossimi turni''. Non lo dice apertamente Federico Nofri, ma quella contro i sardi, per la sua Viterbese capolista, sarà quasi come una finale. E non è il solito luogo comune.

''Ho parlato molto con la squadra dell’importanza di questo match – ha detto il tecnico nella consueta conferenza stampa di presentazione alla partita – un crocevia importante, visto che in arrivo ci sono tanti scontri diretti dove si potrà delineare ancora di più la situazione in alto. Giocheremo contro una compagine ostica, che si è rinforzata e può contare su un reparto offensivo di spessore. In più c’è questo campo sintetico che può creare sempre dei problemi – ha proseguito Nofri - ma allo stesso tempo questa è una squadra di qualità che anche su un campo non ottimale può fare molto bene''.

Tante opzioni per il tecnico, che per la gara, dopo tanto tempo, avrà ''problemi'' di abbondanza: ''Di alternative ce ne sono, ci vorrà coraggio e coerenza per le scelte. E' chiaro che qualcuno per forza di cosa scontenti - ha sottolinea - ma qui c'è un obiettivo e io devo mettere in campo quella che credo sia la formazione migliore''.

In questo senso un nuome nuovo potrebbe essere quello di Federico Pacciardi, presente alla conferenza. Il difensore, superati i problemi fisici che lo hanno tenuto fuori per qualche mese, tornerà a disposizione, e vista la situazione precaria di Fè, potrebbe tornare ad indossare una maglia da titolare.

''Vedremo cosa deciderà il tecnico – ha detto Pacciardi, ex della gara visto che lo scorso anno vestì la maglia del Budoni - ora sto meglio e pronto per giocare. Quella ci aspetta sarà una gara difficile con tante insidie, ma la Viterbese è una squadra che non può guardare troppo all’avversario ma pensare a se stessa. Spero – ha concluso – di poter essere della agra e ritrovare il campo''.

Chi invece il campo non lo ha visto molto è il portiere Edoardo Mastopietro, anche lui presente al Rocchi per parlare del prossimo match: ''Venendo a Viterbo sapevo benissimo che ci sarebbe stato da sudare per trovare spazio. In più davanti c’è un Pini che sta facendo benissimo. Per me però non è un problema – ha detto – il fatto di poter stanziare in questo gruppo è di per se già qualcosa di molto importante. L’uscita dalla Coppa Italia ha sicuramente tolto possibilità a chi gioca meno  di avare chance, ma dobbiamo restare sempre pronti e consapervoli che l’occasione potrebbe arrivare in qualsiasi momento''.

Chiusura con il mercato. Il Grosseto, vera antagonista della Viterbese per la Lega Pro, negli ultimi giorni ha chiuso diverse trattative. E la presenza del direttore sportivo Vincenco Minguzzi è stata anche occasione per chiedere se la Viterbese farà altrettanto: ''Staimo a posto così. Questo è un gruppo solido e ben costruito. Aggiungere giocatori non è sempre un buon segno - ha sottolineato il diesse gialloblu - nel nostro caso non abbiamo bisogno di fare altre operazioni in questo senso''.

Domani, dopo la rifinutra, partenza per Olbia (volo Meridiana) dove sarà il quartier generale della vigilia, prima della gara di domenica.





Facebook Twitter Rss