ANNO 8 n° 292
Nasce YouPol per segnalare fenomeni di bullismo e spaccio
La polizia di Stato presenta la nuova app scaricabile su tutti gli smartphone
16/05/2018 - 12:58

VITERBO – Un messaggio e una foto per segnalare un reato in tempo reale e anche in maniera anonima. Nasce YouPol la nuova app della polizia di Stato, scaricabile su qualsiasi smartphone, che consentirà di inviare direttamente alla sala operativa della questura di Viterbo segnalazioni se testimoni di atti di bullismo, spaccio di droga o qualsiasi altro tipo di reato.

''È un’applicazione che si rivolge maggiormente alla fascia giovanile della popolazione, quella più restia a chiamare il 113 – spiegano coralmente i vice questori Riccardo Bartoli e Tiziana Cencioni e l’ispettore capo Luca Tomassini -. Ovviamente non è affatto escluso che possa essere utilizzata anche da cittadini adulti. È importante sottolineare che le segnalazioni possono essere anche del tutto anonime perché la polizia non cerca l’informatore, ma il reato''.

Utilizzare YouPol è facilissimo e veloce. Bastano poche righe o anche solo una parola per segnalare il reato del quale si è testimoni ed è possibile perfino inviare una foto. ''In tempo reale – spiegano – riusciamo ad individuare la posizione del presunto reato e quindi siamo pronti ad intervenire. L’obiettivo è quello di contrastare principalmente il fenomeno del bullismo e dello spaccio di droga, ma non è escluso che si possano segnalare altri tipi di reato o inviare richieste di aiuto. L’utente infatti avrà anche la possibilità di effettuare una chiamata di emergenza''.

YouPol, che mira alla responsabilizzazione e al coinvolgimento dei giovani in particolare, è nata come un progetto sperimentale in tre grandi città: Roma, Milano e Palermo. Il grande successo della app ha così fatto in modo che arrivasse anche in tutta Italia e a Viterbo è già utilizzabile.







Facebook Twitter Rss