ANNO 9 n° 349
Monumenti rupestri, se ne parla al Comune di Vitorchiano
Sabato prossimo alle ore 16,30
03/12/2019 - 10:16

VITORCHIANO - Sabato 7 dicembre alle ore 16.30, presso la sala consiliare del palazzo comunale di Vitorchiano sarà presentato il libro 'Monumenti rupestri etrusco-romani nel territorio dell'Etruria meridionale' di Stephan Steingräber e Friedhelm Prayon. Oltre all'autore Stephan Steingräber, interverranno il sindaco di Vitorchiano Ruggero Grassotti, l'archeologa Francesca Ceci, il coautore Valentino D'Arcangeli e Giacomo Mazzuoli dell'associazione Canino Info onlus, che ha curato l'edizione del volume.

Alle pendici del Monte Cimino, nel comprensorio dei Comuni di Vitorchiano, Bomarzo e Soriano si trova la massima concentrazione di are, monumenti ed epigrafi rupestri di età antica. Si tratta di un patrimonio ancora poco conosciuto al grande pubblico. Il libro è la riedizione di una precedente pubblicazione e propone una nuova classificazione, un ricco catalogo e lo stesso rigore scientifico, grazie a cui quest'opera che diventerà un punto di riferimento per lo studio e la valorizzazione di tali preziose emergenze archeologiche.

Stephan Steingräber è nato a Monaco di Baviera nel 1951. Ha studiato, in Germania e in Italia, archeologia classica, etruscologia, storia antica e Protostoria. Ha lavorato all'Istituto Archeologico Germanico a Roma e ha insegnato soprattutto alle Università di Monaco, Magonza, Tokyo (Todai), Roma Tre, Padova e Foggia. È stato visiting professor negli Stati Uniti, in Danimarca e in Italia ed è attualmente professore associato di etruscologia e antichità italiche presso l'Università di Roma Tre.

Le sue oltre 180 pubblicazioni, tradotte parzialmente in varie lingue, trattano soprattutto temi della topografia storica, dell'urbanistica, dell'architettura e della pittura funeraria dell'Etruria e dell'Etruria meridionale. È membro dell'Istituto di Studi Etruschi (Firenze), dell'Accademia Etrusca di Cortona, dell'American Institute of Archaeology (AIA) e dell'Istituto Archeologico Germanico (DAI-Berlin) e vive oggi fra Vetralla e Barbarano Romano, nel cuore del territorio delle necropoli rupestri dell'Etruria meridionale.






Facebook Twitter Rss