ANNO 9 n° 237
Monopoly, com’è cambiato: dal gioco alla realtà virtuale
Il Monopoly è stato creato nel 1903 e da allora di acqua sotto i ponti ne è passata. Com’è cambiato e si è evoluto uno dei giochi da tavolo più amati
26/07/2019 - 16:34

 

Monopoly, com’è cambiato il gioco da tavolo più amato di sempre

Il Monopoly ha fatto il suo ingresso nel mondo più di un secolo fa, precisamente il 1903. Da allora è cambiato ed è stato modificato in base non solo alle evoluzioni tecnologiche che hanno segnato il nostro secolo, ma anche in base ai gusti delle persone e alle mode del momento, che fossero essere più o meno passeggere. Lo si potrebbe considerare una sorta di cartina tornasole su com’è cambiato il mondo, quali strade ha intrapreso e quali sono stati i miti che ne hanno segnato profondamente il panorama culturale. Basti pensare alle versioni speciali create per il Monopoly, come quelle dedicate ai Queen, ai Rolling Stones o ai Beatles: si immortalano quelli che sono diventati veri e propri miti di un’epoca su un tabellone che li evoca e li celebra al contempo.

Spesse volte queste versioni speciali diventano il feticcio dei fan più accaniti, felici di riuscire a coniugare la possibilità di giocare con gli amici con una delle versioni celebrative create per il Monopoly. L’infografica informativa sul gioco da tavolo creata da Gioco Digitale specifica che di versioni speciali ne sono state create 300 e non c’è un fan della musica, del cinema o delle serie tv che non ha visto l’ora di accaparrarsi la tanto attesa rielaborazione del gioco dedicata all’universo di un gruppo musicale o di un telefilm.

Le evoluzioni del Monopoly

Il gioco del Monopoly non è però cambiato solo secondo le mode e i gusti, ma è stato capace di rielaborarsi e di reinventarsi a seconda di come camminava il mondo, del sentiero intrapreso più in generale dalla società nel suo complesso. Non soltanto la versione del 2016, il Monopoly Ultimate Banking, include una digitalizzazione del denaro utilizzato per svolgere una partita, ma anche la banca si trasforma in un apparecchio elettronico che registra le transazioni avvenute sulle carte di credito distribuite ai giocatori di quel match (tempi duri per chi cerca di imbrogliare!).

Il Monopoly ha saputo venire incontro alle esigenze di gioco dei nuovi gamer. Cambiando le dinamiche dell’intrattenimento e le modalità in cui si trascorrono le ore libere e di relax, anche il gioco da tavolo è stato ripensato per poter soddisfare queste nuove esigenze. Nasce così il Monopoly city streets, una versione che si gioca online via browser e che ha visto la sostituzione della plancia con le mappe di Google Maps. C’è anche la versione per l’Apple Store, dove a un prezzo contenuto, si può scaricare e installare una versione del gioco del tutto fedele a quella fisica.

Infine, è giunta anche una versione che racchiude più universi e modi di gioco diversi in un’unica soluzione: il Monopoly Live. È stato creato nell’ambito dei casinò online e unisce l’esperienza di un casinò a quella della realtà aumentata. Cosa c’entra il Monopoly? Che durante la partita si è seguiti da un Mr. Monopoly che ci mostra come prosegue il nostro gioco. L’esperienza di gioco è totalmente immersiva e il divertimento è garantito. Allora, sei più tipo da “tutti gli amici riuniti attorno a un tavolo” oppure “meglio in solitaria”? O, perché no, entrambe?






Facebook Twitter Rss