ANNO 9 n° 80
Mister Calabro: '' Abbiamo fatto il massimo di quello che potevamo fare''
Finalmente un turno di riposo per la Viterbese che prende un punto al Rocchi
07/03/2019 - 00:56

VITERBO - (f.c.) Match a reti bianche. Un pareggio, tra Viterbese e Monopoli, che serve a superare la Reggina e portarsi a un punto dalla Virtus Francavilla.

Mister Antonio Calabro si tiene stretto il risultato in attesa di riposo prima di incontrare il Pisa: ''Io ero preoccupato perchè vedevo i giocatori stanchi. Non abbiamo fatto molto, ma abbiamo creato tre occasioni importanti che non abbiamo sfruttato. Poi è stato bravo il Monopoli. Abbiamo fatto il massimo di quello che potevamo fare. Se avessimo sbloccato la partita ci sarebbero state condizioni migliori di sicuro. Non abbiamo mai trovato alibi da quando siamo qua, ma i numeri anche se dico di non guardarli io li so: 11 partite tutte di fila con 23 punti. 12 goal fatti e 4 subiti: parliamo di numeri incredibile. Per questa media mi sento di fare i complimenti ai ragazzi e alla società per il mercato effettuato a gennaio. Il nostro obiettivo è quello di ribadire questi numeri che sono difficilmente migliorabili quando scendi in campo 11 volte in 40 giorni. Adesso affronteremo il Pisa finalmente riposati. Da quando ci sono io è la prima settimana che riposiamo più di quattro giorni: ma continueremo sulla stessa linea di allenamento altrimenti modificando i carichi rischio di fare infortunare qualcuno. Il Pisa l'ho visto svariate volte. Oggi hanno dato tutti il massimo, quindi, non posso rimproverare nulla. Queste partite poi rischi di perderle come è stato a Rieti''.

Nella conferenza stampa, post partita, ha preso parola anche Alessandro Laricchia, amministratore unico del Monopoli, che oltre la partita ha recriminato l'atteggiamento dell'arbitro: ''Rispetto ai nostri standard abbiamo fatto qualcosa meno. Comunque anche nella difficoltà riusciamo a fare quadrato e non perdere questa partita che in chiave play off è particolarmente utile. Donnarumma e Salvemini ci danno brio e velocità, ma siamo in un periodo non proprio brillante da dicembre. Fino a qualche giorno fa avevamo preso pochi goal, quasi al livello della Juve Stabia, poi abbiamo avuto un black out. Faccio una critica costruttiva all'arbitro: è stato un gran maleducato e chiederrò a Giannoccaro che non arbitri più. Quando si chiede qualcosa in modo civile si deve rispondere allo stesso modo. Chiediamo rispetto e che, se l'arbitro ha problemi personali, non scenda in campo. I presidenti e le società meritano rispetto''.

Giuseppe Scienza, allenatore dei pugliesi, si è soffermato solamente sull'analisi del match e del momento poco positivo della sua squadra: ''I primi 20 minuti sono stati della Viterbese, poi la partita è cambiata e siamo stati padroni del campo a mio avviso. Non ci voleva l'espulsione che ci ha tolto un po' di inerzia, ma può capitare. Portiamo a casa un buon punto su un campo difficile: ci regala sicuramente continuità. Noi non siamo bravi a fare barricate e abbiamo avuto occasioni gestite male all'ultimo passaggio. Arroccarsi con la Viterbese, comunque, sarebbe stato un suicidio. Al momento è importante tenerli lontani in classifica. Rispetto a noi ha 4 partite da recuperare e arriverà alle zone alte di sicuro: noi dobbiamo mantenerci in quota perchè ci sono squadre forti con noi. Con oggi chiudiamo un ciclo tremendo: abbiamo incontrato tutte le squadre peggiori di fila ed è stato difficile''.





Facebook Twitter Rss