ANNO 9 n° 77
Mercato gialloblu,
eppur si muove
La Viterbese sogna Scappini
Interesse anche per l'under Coulibaly
23/06/2016 - 10:56

di Stefano Renzo 

VITERBO – Si muove, eccome, magari sottotraccia, anche la Viterbese sul calciomercato. Che non è ancora aperto, lo sarà dal 1 luglio, ma che da settimane sforna quotidianamente indiscrezioni, notizie ufficiose ed anche ufficiali in quantità. Due di queste notizie, fresche di stampa, riguardano la Viterbese che sarebbe sulle tracce di Scappini (dal Pontendera) e di Coulibaly (dal Vicenza). 

Ha sollevato un certo interesse negli ambienti calcistici cittadini la notizia lanciata nel pomeriggio di ieri dal portale Tuttolegapro, notizia secondo la quale la società di Camilli coltiverebbe il sogno di portare in gialloblu Stefano Scappini, attaccante che va per la maggiore dopo essere risultato il miglior marcatore di tutta la serie C (o Lega Pro) nella stagione appena conclusa quando, con la maglia del Pontedera, ha messo a segno la bellezza di 24 gol, bottino che quest’anno è riuscito a raggiungere solo un altro giocatore della C, il foggiano Iammello.

Solo un sogno di inizio estate o ci sono possibilità che la trattativa, se esiste davvero, vada a buon fine? Sicuramente potrebbe essere un discorso difficile da concludere, visto che l’attaccante, sotto contratto con la società pisana per un'altra stagione, è nel mirino di tante altre società, anche di categoria superiore, ma sognare a volte è bello e non costa niente; anche perché un attaccante (se non due) di un certo peso (diciamo venti gol) potrebbe essere l’obiettivo primario di una Viterbese che ne ha sentito la mancanza anche nel campionato appena concluso.

E poi ci sono alcuni particolari che aiutano a coltivare questo sogno: Scappini è perugino (di Deruta), come Federico Nofri, è legato sentimentalmente con Ilaria che è di Terni ed alla quale cui probabilmente potrebbe far piacere avvicinarsi a casa, e conosce già Piero Camilli per aver indossato la maglia del Grosseto, in C1, dal luglio 2013 al gennaio 2014 quando passò al Castel Rigone.

Stefano Scappini, nato a Perugia nel 1988 (il 2 febbraio), cresciuto calcisticamente nella Ternana dove ha giocato per tre stagioni consecutive (dal 2006 al 2009), sempre in C1, prima di iniziare un girovagare in Italia alla ricerca della giusta dimensione. Dopo Ravenna (nel 2010) è passato all’Alessandria (C1) dove per la prima volta è andato in doppia cifra (13 gol in 30 presenze), quindi ha indossato le casacche di Sorrento, Pisa, Grosseto, Castel Rigone, Savona (nel 2015, 37 gettoni di presenza e 10 gol) prima dell’esplosione di quest’anno a Pontedera di mister Indiani con 32 presenze e 24 gol messi a segno, 5 dei quali in una sola partita, contro la Lupa Roma, per un pokerissimo che gli valse la prima pagina dei quotidiani sportivi. Definito un attaccante vero, 184 centimetri di altezza per 78 chili di peso forma, prima punta classica, bravo di testa e bravo anche nel confronto diretto con i difensori all’interno dell’area.

Il nome dell’altro giocatore accostato sempre ieri pomeriggio a quello della Viterbese è di un under di belle speranze del Vicenza, dove nella stagione appena conclusa ha disputato il campionato Primavera, guadagnandosi anche qualche convocazione in prima squadra. Si tratta del centrocampista-mediano Mohamed Be Coulibaly, nato in Costa d’Avorio il 18 dicembre 1997, che si è fatto notare anche al Torneo di Viareggio al quale ha preso parte – in prestito – con la casacca del Bologna.





Facebook Twitter Rss