ANNO 9 n° 203
Mercato del sabato,
FdI apre allo spostamento al Carmine
Bianchini chiede però garanzie: ''L'importante è che non impatti sulla viabilità e vivibilità del quartiere''
19/06/2019 - 06:45

 

VITERBO - (a.v.) Fratelli d'Italia apre allo spostamento del mercato del sabato nel quartiere Carmine, a patto però che vengano rispettate determinate condizioni.

Oggi pomeriggio alle 16 è in programma la riunione di maggioranza per discutere e avviare le procedure per lo spostamento dei banchi degli ambulanti da piazza del Sacrario. Al momento, come già annunciato dall'assessore Alessia Mancini, sono tre le opzioni sul tavolo dell'amministrazione: piazza della Rocca, via Garbini e il Carmine, ultima per ordine di tempo.

Il partito di Giorgia Meloni ha le idee abbastanza chiare sull'argomento: ''Finché erano due le opzioni, Fratelli d'Italia ha sempre dato indicazione all'assessore di preferire via Garbini, anche per una questione logistica'', afferma Paolo Bianchini che spiega: ''Spostando il mercato a piazza della Rocca si chiuderebbe porta Fiorentina e ci sarebbe una ripercussione sul traffico devastante''. Una scelta da scartare, dunque, per il capogruppo Fdi, anche perché togliere i parcheggi per mettere le bancarelle creerebbe un danno economico ai commercianti della zona che proprio il sabato mattina registrano i maggiori incassi della settimana.

La terza opzione, quella del Carmine, ''non è per noi preclusa'', sottolinea Bianchini, ''l'importante è che da parte degli uffici ci sia la garanzia che il mercato non vada ad impattare sulla viabilità e soprattutto sulla vivibilità del quartiere, visto che parliamo di una zona densamente abitata. Non vogliamo arrecare disturbo agli abitanti e vogliamo dagli uffici delle garanzie in questo senso''.

La priorità di FdI, comunque, ''è che il mercato vada via dal Sacrario. È una nostra battaglia storica. Abbiamo presentato anche un emendamento al piano del commercio per rivedere il regolamento: il sogno è che dal 1 gennaio 2021, data in cui verranno rilasciate le nuove licenze, il mercato ritorni nel centro della città ma con tutta una serie di accorgimenti che lo rendano di qualità e attrattivo dal punto di vista turistico. Ma fino al 31 dicembre 2020 questo è il mercato che abbiamo – conclude il capogruppo –  e non può restare a piazza del Sacrario''.






Facebook Twitter Rss