ANNO 9 n° 199
Mecorio – Bardoscia : 'Tutelati i lavoratori di Barbarano. 'La Dimora' rimarrà aperta'
01/06/2019 - 10:40

BARBARANO ROMANO - Venerdi 31 Maggio abbiamo ricevuto la nota dell'Associazione Anafi nella quale si fa presente che, alla luce delle considerazioni emerse nel corso della riunione tenutasi in data 28 Giugno 2019 u.s. con i sindacati della Uil Fpl e Cgil Fp, è stata riesaminata la situazione dei licenziamenti dei 23 lavoratori e della relativa chiusura della struttura 'La Dimora' di Barbarano, decidendo di proseguire l'attività svolta nel Comune, cercando di contenere nei limiti del consentito i costi della gestione, mantenendo ferma la qualità del servizio.

Lo dichiarano in una nota il Segretario Generale della UIL FPL Viterbo Lamberto Mecorio e del Responsabile Dipartimento III Settore Uil Fpl Roma Lazio Pietor Bardoscia.

Con piacere quindi comunichiamo la risoluzione positiva della vicenda, la revoca della procedura di licenziamento collettivo L.223 e quindi la salvaguardia occupazionale, proseguono Mecorio e Bardoscia.

Il 12 Giugno formalizzeremo la revoca della procedura in esame e cercheremo di analizzare le possibili soluzioni volte a valorizzare questa importante struttura.

Alla luce di quanto sopra Uil Fpl e Cgil Fp hanno deciso di revocare lo stato di Agitazione e l'incontro in Prefettura con le Asl, Provincia, Comune e azienda previsto il 4 Giugno.

Apprezziamo la decisione dell'associazione Anafi. Un ringraziamento lo vogliamo rivolgere ai nostri delegati sindacali, a partire da Barbara Guerrini, che insieme ai lavoratori sono stati al nostro fianco in questa complessa vicenda. Un risultato importante raggiunto anche grazie al contribuito del Sindaco di Barbarano Rinaldo Marchesi, del Presidente della Provincia Pietro Nocchi e della Prefettura di Viterbo che si è attivata sin da subito a difesa dei lavoratori.

Vedere la gioia di questi lavoratori, degli utenti e dei cittadini di Barbarano e del Viterbese è per noi la vera grande vittoria, concludono Mecorio e Bardoscia.






Facebook Twitter Rss