ANNO 9 n° 341
Maltempo: i danni maggiori alla viabilità
Il vicesindaco Benni: ''Per l'erosione della costa, puntiamo sui due milioni e mezzo di euro della Regione''
23/11/2019 - 06:59

di Veronica Ruggiero

MONTALTO DI CASTRO - Una perturbazione particolarmente violenta, quella che lo scorso weekend si è abbattuta su tutta la Tuscia, e che ha creato ingenti danni soprattutto sul territorio di Pescia Romana e Montalto di Castro.

Tempo di bilanci anche per l'amministrazione comunale, che dopo aver dovuto far fronte alle emergenze derivate dallo straripamento di alcuni fossi e del fiume Fiora, si trova in questi giorni a raccogliere le varie 'denunce di danno' da parte di cittadini, imprenditori agricoli e balneari,  al fine di chiedere lo stato di calamità naturale.

È il vice sindaco Luca Benni, assessore all'urbanistica, sicurezza, ambiente e difesa del suolo, a fare il punto della situazione e delle criticità del territorio.

'In questo momento stiamo facendo il conto dei danni - ha detto il vice sindaco - Purtroppo l'allerta meteo si è tradotta in tre giorni di piogge continue e abbondanti. Il bilancio delle conseguenze di questa perturbazione é pesante, sia sul fronte delle infrastrutture che sul fronte della viabilità. La tracimazione dei fossi ha invaso alcune arterie importanti della rete stradale, danneggiando ponticelli  e buona parte del manto stradale. Alcune vie devono essere rimesse in sicurezza e dobbiamo fare i conti con fango, detriti e alberi che si sono dispersi su tutto il territorio e quindi riducono la sicurezza della circolazione''. Grande preoccupazione anche per la Marina di Montalto, a causa dell'erosione della spiaggia da parte del mare. ''Anche le strutture balneari hanno subito danni ma la situazione più preoccupante riguarda l'erosione costiera e noi speriamo che la Regione Lazio ci dia, come in passato, il contributo per il ripascimento, ma soprattutto che ci venga erogato il finanziamento di circa due milioni e mezzo di euro posizionato su Montalto di Castro per la realizzazione di un primo stralcio di un'opera infrastrutturale a difesa della costa''.

L'amministratore ha poi voluto ringraziare tutti i volontari che hanno preso parte alle operazioni di soccorso durante l'emergenza, le forze dell'ordine che hanno gestito l'allerta meteo, la polizia locale che ha lavorato ininterrottamente per coordinare tutta la macchina operativa, i cittadini che hanno collaborato e reso agevoli le operazioni oltre alle ditte che si sono adoperate.

''Durante tutte le giornate di emergenza - ha concluso Benni - siamo sempre stati in costante collegamento con la prefettura e la Regione per garantire ai cittadini la massima sicurezza soprattutto nella fase più critica nella notte tra sabato e domenica''.







Facebook Twitter Rss