ANNO 9 n° 143
Mafia: la città ha mostrato i muscoli
Il prefetto: 'Dobbiamo fare squadra', soddisfatti i sindacati per la fiaccolata
16/02/2019 - 06:28

VITERBO – (MDL) - La città ha mostrato di avere gli anticorpi, o quanto meno, di avere la predisposizione a svilupparli. Il no alla mafia ieri è arrivato compatto, forte, senza colore né propaganda.

''Dobbiamo fare squadra, facendo sistema tutti insieme'' ha detto a margine dell’iniziativa il prefetto Bruno. Soddisfatti i sindacati di Cgil, Cisl e Uil che hanno organizzato la fiaccolata. ''Sinceramente ci aspettavamo questa risposta (hanno partecipato circa 200 persone ndr) perché è un problema sentito – ha detto Mannino della Cisl – vanno creati gli anticorpi per combattere gli insediamenti malavitosi all’interno della città''. Turchetti della Uil ha sottolineato che prima degli arresti dell’inchiesta Erostrato non c’erano stati mai segnali di questo tipo. E’ importante che gli organi investigativi abbiano tirato fuori questo problema che per noi è nuovo. Abbiamo fatto questa fiaccolata proprio per dimostrare che la città è pronta a dare una risposta seria''.

''E’ importante che l’intera cittadinanza, la società civile, i partiti politici si mettano insieme per il bene della collettività e la difesa del bene del Paese – ha affermato Pomante della Cgil - altrimenti su un territorio così già provato dalla crisi e così impoverito rischia di prendere una deriva dalla quale non possiamo più risollevarci. Siamo convinti che, a partire dalla manifestazione di oggi, si debba creare un tessuto e una forza della città per sconfiggere insieme le mafie e la legalità. La trasparenza diventa essenziale in questi casi ed è quello di cui tutti abbiamo bisogno in un momento così delicato, convinti che, se non facciamo insieme in fretta qualcosa, potremmo trovarci tutti a non essere più in grado di difendere un tessuto economico e sociale importante come quello del territorio viterbese''.





Facebook Twitter Rss