ANNO 9 n° 112
L'oblio e la ricomparsa: il ritorno di Forte
Il portiere, dopo due mesi ai margini del club, è tornato tra i pali gialloblu
08/04/2019 - 06:49

Francesca Cuccuini

 

VITERBO - Il successo, l'oblio, la ricomparsa. La stagione del portiere Francesco Forte è stata particolarmente travagliata e ora sembra ritrovare spiragli di luce. La sua avventura nella città dei Papi sembrava essere terminata dopo il match di Reggio Calabria: la finestra di mercato di gennaio sembrava dedicata anche alla sua cessione. Che però non è avvenuta e lo ha lasciato fuori dalle convocazioni per qualche settimana.

Con l'arrivo di Demba Thiam e successivamente di Alex Valentini sembravano essersi ridotte all'osso le possibilità di rientro nei piani di Antonio Calabro, per l'estremo difensore. Invece un infortunio del collega ex Triestina, ha riaperto le porta per il giovane calabrese che, la scorsa stagione, ha ricevuto il premio come miglior portiere. Con il suo ritorno si infittiscono gli interrogativi del tecnico salentino che avrà una carta in più al momento della scelta finale.

Contro il Catania pochi rischi ma molta sicurezza e, ai microfoni di diretta sport, si è espresso così a fine match: ''Voglio ringraziare il club ed il mister per avermi dato l’opportunità di giocare dopo due mesi e mezzo a Catania. Non era facile ma mi sono messo a disposizione del gruppo, ho lavorato a testa bassa e credo di avere fatto una buona partita. Abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo, il mister ci aveva chiesto una grande prova anche perchè non era facile venire a giocare a Catania contro una squadra fortissima. Penso che i tre punti ottenuti siano meritati''.






Facebook Twitter Rss