ANNO 7 n° 322
'Lo sguardo di Rosa' racconterà Viterbo
Il regista Fabio Segatori per il docu-film cerca filmati dagli anni '50 ai Settanta
28/02/2017 - 13:15

VITERBO – Cosa vede S. Rosa dall'alto della Macchina la sera del 3 settembre? A svelarlo quest'anno, per prima volta, una telecamera sulla statua riprenderà la città che si inchina al suo passaggio. E' una delle novità del film 'Lo sguardo di Rosa', il film documentario girato e prodotto da Fabio Segatori. Viterbese di nascita, Segatori conosce bene la tradizione del Trasporto, il legame che da sempre unisce la città alla Santa e lo sforzo di quel motore umano costituito dai facchini. Perché 'chi rende particolare questa Macchina non è la cartapesta ma gli uomini. Il film è anche il racconto dell'umanità che c'è sotto'.

'Questo lavoro non è solo un prodotto – prosegue - ma è il frutto di una visione: la voglia di rappresentare l'unicità di questo evento'.

13 le telecamere al lavoro, di cui 4 all'interno del Campanile che cammina e una sulla statua di S. Rosa.

 

52 minuti di durata, con un montaggio e una narrazione serrata che Segatori intende presentare in prima assoluta il 16 dicembre al Teatro Unione. Ma 'Lo sguardo di Rosa' varcherà anche l'oceano per essere proiettato successivamente in Canada. E dal 17 il dvd sarà in vendita.

 

125mila euro il costo del docu-film. 25mila euro provengono dalla casa di produzione Baby Films di Segatori, altri 25 dal contributo del Comune di Viterbo e ulteriori 25mila dalla coproduzione canadese. Per il resto della somma mancante il regista lancia un appello alle più importanti attività economiche del territorio: 'Stiamo cercando uno o due main sponsor che affianchino il progetto da domani sino al 16 dicembre'.

Occorre però anche il coinvolgimento di tutta la cittadinanza. Il regista, infatti, invita tutti coloro che possiedono riprese degli anni '50, '60 e '70 a metterle a disposizione della produzione. I filmati saranno restaurati, utilizzati per il documentario e poi restituiti ai legittimi proprietari anche in versione dvd.






Facebook Twitter Rss