ANNO 7 n° 295
Liceali di Montefiascone alla Giornata del perdono
L'evento a Roma a conclusione di un progetto educativo
14/03/2017 - 18:34

MONTEFIASCONE - Le classi IIIB e IIIC (indirizzo Liceo scientifico) dell’Istituto d’istruzione secondaria superiore ''Carlo Alberto Dalla Chiesa'' di Montefiascone e il Club per l’Unesco Viterbo Tuscia hanno partecipato alla “Giornata internazionale del perdono”, che si è svolta a Roma il 10 e l’11 marzo, su invito di Daniel Lumera, formatore, scrittore e direttore della Fondazione My Life Design.

La due giorni è stata il momento conclusivo di un progetto annuale a finalità educativa, i “Dialoghi sul Perdono”, che ha coinvolto le scuole superiori e gli istituti penitenziari di diverse città italiane. Questa seconda edizione si è articolata in quattro sessioni: i dialoghi con gli studenti, la plenaria, l’economia del per-dono, l’evento “Alimenti-Amo”.

Un progetto formativo interamente dedicato alla divulgazione di una nuova idea ed esperienza di perdono, inteso in senso laico e universale, per la trasformazione degli individui, delle relazioni, della società e per la risoluzione dei conflitti tra stati, popoli, etnie e religioni.

La “Giornata internazionale del perdono” è un palcoscenico internazionale per stimolare e fecondare il dialogo tra personaggi del mondo della cultura, della politica e delle istituzioni affinché si impegnino in maniera pragmatica per la diffusione di una nuova cultura della pace e della consapevolezza.

Tra i partecipanti, insieme a Daniel Lumera, Giovanna Melandri, Tullio Solenghi, Stefano Zamagni, Franco Berrino, Giuseppe Di Taranto, Oscar di Montigny, Renato Accorinti.

Nel corso della Giornata sono stati insigniti della onorificenza di Ambasciatore del Perdono enti e personalità nella cui azione è riconoscibile il valore del perdono. Tra cui il presidente del Comitato Giovani della Commissione nazionale Unesco Paolo Petrocelli e, in rappresentanza della Federazione italiana dei Club per l’Unesco (Ficlu), la Presidente Maria Paola Azzario.

La partecipazione degli studenti dell’Istituto ''C.A. Dalla Chiesa'' s’inserisce nel programma di attività formative dal titolo “Custodire la terra, coltivare l’umanità”, elaborato per l’adesione alla rete nazionale delle scuole associate Unesco. Si tratta di un progetto di formazione alla cittadinanza attiva che si ispira ad un’idea della cultura come confronto, apertura all’alterità e all’universalità a partire da un profondo radicamento, consapevole e critico, nella propria identità.

Il percorso formativo intende sviluppare negli studenti competenze trasversali utili ad orientarsi autonomamente nell’ambiente naturale e sociale, a raccogliere la sfida della complessità e a prendere decisioni, sia individuali che collettive, consapevoli, efficaci e responsabili. Nel progetto vengono approfonditi, oltre ai temi dell’educazione alla pace, anche quelli dei diritti umani e della sostenibilità ambientale, con un approccio interdisciplinare, orientato all’apprendimento significativo e responsabilizzante nei confronti della società, delle generazioni future e della biosfera.







Facebook Twitter Rss