ANNO 9 n° 230
L'ex prefetto di Viterbo a capo della security della Lazio
Il presidente Lotito affida a Nicolò Marcello D'Angelo la riorganizzazione
21/04/2019 - 06:49

VITERBO - L'ex prefetto di Viterbo Nicolò Marcello D'Angelo curerà la sicurezza della Lazio. Il presidente Claudio Lotito gli ha affidato la gestione globale del governo della S.S. Lazio S.p.A. e delle altre società del Gruppo Lotito. ''Il prefetto D’Angelo - si legge in una nota della società biancoceleste - curerà la sicurezza volta a tutelare i dipendenti e tutti gli assets aziendali. Lo stesso si occuperà di verificare le procedure societarie in conformità alla normativa vigente, compresa la sicurezza informatica.

La sua alta professionalità e la grande esperienza maturata in questo ambito - prosegue la nota della Lazio - va inquadrata in una logica di riorganizzazione all’interno del contesto sia istituzionale che privato attraverso lo studio, lo sviluppo e l’attuazione di nuove politiche aziendali volte a prevenire e fronteggiare eventi dolosi e colposi utilizzando le più moderne tecnologie in commercio.

Sarà infine cura della funzione aziendale preposta innalzare i livelli di formazione, informazione, protezione e tutela dell’organizzazione in materia di security''.






Facebook Twitter Rss