ANNO 9 n° 110
Le imprese del Progetto Sviluppo Etruria-Tuscia dicono si al Forum sulla Legalità e parteciperanno alla fiaccolata
09/02/2019 - 16:15

Riceviamo e pubblichiamo da Mauro Belli, direttore del progetto Sviluppo Etruria Tuscia e International C 

VITERBO - Non esiste libero sviluppo se ci sono infiltrazioni mafiose in alcuni settori di attività e tentativi di condizionare le scelte politiche ed amministrative. Per questo gli operatori turistici, i produttori tipici ed artigianali, i commercianti, le agenzie di servizi e le piccole e medie imprese che lavorano nel Progetto di Sviluppo Etruria-Tuscia, della Province di Viterbo, Terni,Roma e Siena, dicono NO ALLE MAFIE partecipando alla fiaccolata.

Ma ancora di più tutti si auspicano che quanto prima si dia vita al FORUM PERMANENTE CONTRO LA MAFIA, con le associazioni di categoria, i sindacati, le banche, le Regioni, le Province, i Comuni e chiaramente le forze dell’ ordine. Tutto ciò per prevenire ed intervenire prontamente contro le azioni mafiose, lo spaccio di droga, le estorsioni, gli scippi, le violenze di ogni tipo e di genere, con l’ obiettivo di un costante monitoraggio del territorio ed una maggiore sicurezza preventiva partecipata.

Progetto Sviluppo Etruria-Tuscia

Il direttore Mauro Belli







Facebook Twitter Rss