ANNO 9 n° 348
Lavoro e umiltà: è rinata la Viterbese
Le scelte di Gregori alla base del nuovo corso: più sacrificio e meno supponenza
08/04/2014 - 02:01

VITERBO – (d.s.) Ancora in cima a guardare tutti gli altri dall’alto. La Viterbese inizia con il sorriso sulle labbra la settimana che porta al derby di Soriano nel Cimino. Un match molto sentito soprattutto dalla Sorianese che sogna lo sgambetto ai gialloblu oltre alla possibilità di raggiungere il secondo posto. In tutti i casi non sarà una partita come tutte le altre. Per tanti motivi: la vicinanza tra i due centri, la sana rivalità sportiva tra i due presidenti (Camilli e Torroni, duellanti sul campo dai tempi della Promozione e della Prima categoria), la voglia gialloblu di mettere una serie ipoteca sul campionato, quella rossoblu di riaprirlo e renderlo incandescente.

PERICOLO DIFFIDATI - La Viterbese deve guardare anche oltre: il derby è solo il primo di cinque tornanti che conducono al traguardo dell’11 maggio. Le insidie sono sempre dietro l’angolo: una di essere è rappresentata dai diffidati. Nel senso di giocatori a rischio squalifica qualora dovessero essere nuovamente ammoniti. Dopo il successo sul Città di Monterotondo la lista si è allungata a sei: Toto, Pacenza, Federici, Pero Nullo, Faenzi e Fapperdue. Su di loro pende la spada di Damocle: per il derby sono tutti disponibili, ma il discorso guarda più in profondità, nella fattispecie alla sfida del primo maggio allo Scopigno. Sarà bene tenere i nervi saldi ed essere sempre concentrati: in gare così intense il pericolo cartellino è sempre in agguato.

LAVORO E UMILTA' - Comunque la squadra sta dimostrando una maggiore affidabilità: vince e si fa bastare anche un solo gol di vantaggio. Subisce pochissimo: sia perché di rado gli avversari si avvicinano alla porta di Cima, sia per una maggiore solidità di gruppo. Il rientro in pianta stabile di Cirina ha conferito una maggiore sicurezza al pacchetto arretrato, l’utilizzo di Federici come mediano è un mossa conservativa per conferire equilibrio. La sensazione è che la Viterbese riesca a trovare comunque la via del gol: possiede giocatori in grado di spaccare la gara in qualsiasi momento (su azione manovrata o su calcio da fermo). E anche nelle giornate in cui la vena non è particolarmente ispirata, la situazione per inclinare la gara dalla propria parte arriva sempre. Non era facile per Gregori risollevare una squadra che sembrava essere prigioniera della sua stessa forza: ha fatto leva sull’esperienza dei grandi che hanno trascinato gli under. Adesso si osserva una Viterbese diversa dal passato. Più propensa a centrare l’obiettivo, cosciente della sua qualità e meno supponente rispetto all’avversario. Non c’è vergogna nello spedire palloni in tribuna, quando la gara esala gli ultimi respiri e bisogna serrare le fila.

GIOCATORI RIGENERATI - Tutti sembrano dediti alla causa: Cerone, ad esempio, sta ritrovando la condizione; quando non segna Vegnaduzzo, sono pronti Polani e Pacenza; Pero Nullo si accende e scava il solco sulla fascia; in difesa Cirina è il muro e Fapperdue sta tornando ai suoi abituali standard (ha vinto il duello con Toscano). Menzione di merito anche per gli under: stanno crescendo giornata dopo giornata. Faenzi gioca la solita gara di sostanza, Fe e Rausa non sempre accompagnano l’azione, ma si fanno trovare pronti e non si concedono distrazioni, Cima rischia poco.

L'AVVERSARIO - Anche per la Sorianese la settimana inizia al meglio. I cimini arrivano al massimo della condizione: sei risultati utili di fila (frutto di quattro vittorie e due pareggi), se si guarda alle ultime 21 giornate 44 sono i punti totalizzati. Un ritmo impressionante degno di chi vuole fare il salto di categoria. Tuttavia i cimini devono fare i conti con i cinque scalini che li distanziano dal Rieti: i sabini hanno battuto la banda di Scarfini all’andata e al ritorno e allo stato attuale è questo fattore che sta facendo la differenza. Sul sito della società il tecnico ha detto che ''fino a quando la matematica non condannerà la Sorianese i miei hanno il dovere di provarci. La mia carriera mi ha insegnato che nulla è scritto fino al triplice fischio dell’ultima giornata''. Per quanto riguarda la situazione diffidati in casa Sorianese, il rischio di saltare il derby è stato scongiurato: Andreoli, Giuffrida e Maestà sono stati attenti a non incappare nel “giallo” nella trasferta vincente di Monterotondo.

LA CLASSIFCA DEI MARCATORI

16 GOL: Toscano (Città di Monterotondo/Viterbese)

15 GOL: Maestà (Nuova Sorianese)

13 GOL: Cerone (Viterbese Castrense); Cesaro (Empolitana); Agostino (Fregene)

12 GOL: Artistico (Rieti)

11 GOL: Mereu (Montecelio); Goretti (Caninese); Nanni (Fregene)

10 GOL: Monteforte (Nuova Sorianese); Vegnaduzzo (Viterbese Castrense); Bertino (Montecelio); Midulla (Futbolclub); Ponzio e Bacchi (Ladispoli)

9 GOL: Federici (Monterotondo Calcio); Cardillo (Rieti); Amassoka (Nuova Sorianese); Serafini (Montefiascone); Iannotti (Grifone Monteverde)

8 GOL: Garat (Rieti); Pascucci (Fonte Nuova/Civitavecchia); Di Chiara (Cerveteri); Romagnoli (Civitavecchia); Sabatino (Rieti)

7 GOL: Pezzotti (Rieti); D’Ovidio (Fonte Nuova); Meloni (Villanova); Pero Nullo (Viterbese Castrense); De Francesco (Città di Monterotondo/Viterbese); Silvestrini (Montecelio)

6 GOL: Sansotta (Montecelio); Chierico e Bentivoglio (Cerveteri); Giuffrida (Civitavecchia/Sorianese); Ianni (Villanova); Gravina (Ladispoli); Federici (Viterbese Castrense); G. De Dominicis (Monterotondo Calcio); Ingrosso (Monterosi/Caninese); Palmerini (Fonte Nuova)

5 GOL: Pacenza e Polani (Viterbese Castrense); Paoloni (Caninese); Neroni e Marini L. (Villanova); M. Luciani (Monterosi); Leone (Civitavecchia); Severini (Montecelio); Gay (Rieti); Scerrati (Empolitana); Fiorini (Fregene)

4 GOL: Morelli (Grifone Monteverde); Ferri e Borgognoni (Real Monterosi); Spanò (Futbolclub); Brancati (Fonte Nuova); Andreoli (Real Monterosi); Moretti (Fonte Nuova); A. Luciani (Fregene/Sorianese); La Ruffa, Sargolini e Iovino (Grifone Monteverde); Paraschiv (Cerveteri); Ascenzi (Fregene); Grimaldi (Montefiascone); Elisei (Civitavecchia); Bottoni (Montecelio)

3 GOL: Giannone, Gubinelli e M. Marini (Viterbese Castrense); Berardi e Rocchi (Montecelio); Berardi e Marvelli (Ladispoli); Calevi, Vittori e Cesarini (Montefiascone); Ferri (Città di Monterotondo); Tovalieri, Mancini e Ruggiero (Grifone Monteverde); Castellano (Rieti); Roccisano e A. Ferri (Caninese); Torroni (Real Monterosi), Moretti e Muratore (Fonte Nuova); Egidi (Monterotondo Calcio); Giovannini (Futbolclub); Iezzi (Civitavecchia)

2 GOL: Maimone e Billi (Empolitana); Callini e Panunzi(Civitavecchia); Montepaone (Fregene); Quadrini, Italiano, Prosperi, Cavallaro e Petrangeli (Città di Monterotondo); Ippoliti, Proietti, Nami, Bellacima (Montefiascone); Minelli e Crisostomi (Montecelio); Tafi (Fregene); Fiorucci (Monterotondo Calcio); Franchitti (Real Monterosi); Martini e Franceschi (Grifone Monteverde); Ingiosi (Rieti); Panico (Futbolclub); Mannozzi, Totino e Angrisani (Ladsipoli); Mattoni e Sacripanti (Fonte Nuova); Maresca, Colombini e Benda (Monterotondo Calcio); Giorni (Cerveteri); Stella (Caninese); D’Epifanio e Rotariu (Empolitana); Mencio (Nuova Sorianese)

1 GOL: Cirina, Fapperdue, Giurato, Faenzi (Viterbese Castrense); Parri, Corasaniti, Chiaranda, Troili (Caninese); Marinucci, Tersigni, Corrias, Esposito, Temperini e Pagnanelli (Grifone Monteverde); Aguglia, Marchionni, Flore, Pesce, Capogreco e Giordano (Fonte Nuova); Palmieri, Di Mauro, Di Fazio, Petrella, Persichetti, Giampaolo, Santori e Tonga (Villanova); Martinelli, Ceripa, Suppa, Deodati, Moauro, Cervini, Giacani e Di Cesare (Empolitana); Zoppis, Catania, Melia, Rosati, Maestrelli, Macellari e Chianelli (Futbolclub); Venanzi, Faina, Ceccarini, Lutchner e Flauto (Montefiascone); Burla, Kanku, Lazzarini, Pollini e Faina (Nuova Sorianese); Ceccarelli, Merelli, Mandro, Salvatori, Provinciali e Malinconico (Real Monterosi); Graniero, Salvato e Petronilli (Ladispoli); Bartoli, Laurentini, Lamback e Federici (Città di Monterotondo); Di Ianni, Laurato, Franceschini e Tartaglione (Fregene); Travaglione, Paolini e Sacripanti (Civitevecchia); Castellano, D’Andrea, Mariani e Longo (Rieti); Tinazzi, Cecaloni, Abis, Di Giacinto e Lelli (Cerveteri); Albanesi (Monterotondo Calcio).





Facebook Twitter Rss