ANNO 9 n° 115
L'arbitro Pasqua incanta la platea dei fischietti viterbesi
Martedì scorso la riunione tecnica nella sede dell'associazione
11/04/2019 - 14:40

VITERBO - Si è svolta martedì scorso, nella sede della sezione di Viterbo dell’associazione italiana arbitri, la riunione tecnica che ha visto la partecipazione di Fabrizio Pasqua, arbitro di serie A.

Dopo aver fatto un breve riassunto della sua carriera arbitrale, Pasqua ha sottolineato l’importanza di fare gruppo, aggiornarsi di continuo e scindere la vita privata dall’arbitraggio.

''E’ importante fissare dei traguardi raggiungibili – ha detto Pasqua rivolto ai giovani colleghi – ogni volta che li si supera bisogna porsi un ulteriore obiettivo. Curate molto l’allenamento e lo spostamento sul terreno di gioco. Imparate a gestire le emozioni e gli errori''.

Al termine della lezione tecnica, Fabrizio Pasqua ha voluto regalare alla sezione Aia di Viterbo la sua maglia da arbitro. Il presidente della sezione, unitamente al dirigente nazionale Umberto Carbonari, lo ha ringraziato per la visita e la brillante esposizione.

Inoltre, il presidente Gasbarri gli ha fatto dono delle copie di due relazioni, che stilò quando andò a visionare Pasqua, che nel 2003 venne nella Tuscia ad arbitrare una gara nella categoria Promozione e l’altra di Eccellenza.

Prima della riunione, rispondendo a una domanda di un collega, Fabrizio Pasqua ha ricordato l’11 marzo 2018, quando diresse Fiorentina-Benevento, la prima partita giocata dalla squadra viola dopo la prematura scomparsa del capitano Davide Astori. ''Ho un ricordo fortissimo di quella gara – ha detto Pasqua riandando indietro nel tempo – prima della partita, con i miei collaboratori ci recammo negli spogliatoi di entrambe le squadre. Al 13 minuto interruppi la gara e la curva Fiesole, quella dei tifosi viola, realizzò una spettacolare coreografia in onore del capitano scomparso. Siamo uomini prima che arbitri, proviamo anche noi delle emozioni – ha concluso - da atleti e da sportivi non poteva mancare il nostro commosso omaggio a un grande calciatore come Davide Astori''.

Aia, associazione italiana arbitri, sezione di Viterbo

 






Facebook Twitter Rss