ANNO 8 n° 53
La Viterbese vola in semifinale!
Paganese battuta, ma solamente ai calci di rigore. Troppi errori, ma quanta gioia
14/02/2018 - 18:13

VITERBO - Stefano Sottili, al termine della partita con il Gavorrano lo aveva detto: non si molla nessuna competizione. E infatti, dopo una decina di minuti di ritmi bassi, la Viterbese sfrutta il primo calcio di punizione. Dietro la palla, Simone Sini, tira preciso sulla barriera avversaria che però si apre maldestramente. Il pallone finisce alle spalle di Galli e i gialloblu mettono subito le cose in chiaro. Ma dopo il vantaggio c'è un altro momento di stabilità in cui l'unico brivido è provocato da un tiro di Alvaro Ngamba che colpisce l'incrocio dei pali.

Si torna negli spogliatoi con i padroni di casa in vantaggio, ma il secondo tempo è lento e privo di emozioni come il primo. Togliendo il goal la gara è piatta e stabile a centrocampo. Troppe occasioni sprecate dai gialloblu soprattutto con Vandeputte che, al sessantesimo, si divora il possibile raddoppio sparando il pallone troppo alto. Il rischio è poco, ma la concretezza ancora meno. E sugli sgoccioli del settantesimo Cuppone ha suoi piedi la palla del pareggio, ma Pini è bravo a deviare in calcio d'angolo. Inizia così il tentativo di assedio da parte degli uomini di Massimiliano Favo che la difesa gialloblu è brava ad arginare. Ma i campani non demordono e si attaccano all'incapacità della Viterbese di chiudere le partite per raggiungere almeno i supplementari. E di tempo ce n'è stato visti i quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara, sign. Luca Zufferli di Udine.

E, all'ultimo secondo, ce la fanno. Cuppone con azione personale supera Pini e fa entrare in campo tutta la panchina: è i 94' e l'arbitro può solo decretare la fine dei tempi regolamentari. E il pareggio. I tempi supplementari sono più allettanti e combattuti dei restanti 90 minuti, ma la Viterbese sbaglia troppo e rischia davvero molto. Ai rigori arriva il lieto fine. Per la Viterbese sbaglia solo Vandeputte, ma ci pensano tutti gli altri a compensare. E i gialloblu volano in semifinale con un grande sospiro di sollievo. Dall'altra parte ci sarà il Cosenza che ha battuto il Lecce per due reti a zero.





Facebook Twitter Rss