ANNO 9 n° 316
La Viterbese travolge
il Montefiascone (4-0)
e torna capolista
09/03/2014 - 16:54

di Domenico Savino

VITERBESE CASTRENSE – MONTEFIASCONE 4-0

VITERBESE CASTRENSE (4-3-3) Cima; Rausa, Fapperdue, Cirina (dal 23’ s.t. Gubinelli), Fe; Faenzi (dal 32’ s.t. Marinelli), Giannone, Federici; Pacenza (dal 27’ s.t. Cerone), Vegnaduzzo, Pero Nullo A DISPOSIZIONE Boccolini, Kacka, Ghezzi, Dalmazzi ALLENATORE Gregori

MONTEFIASCONE (4-5-1) Nencioni; Bellacima, De Paolis, Proietti, Renzani; Lutchner (dal 22’ s.t. Pereyra), Nami, Faina (dal 40’ s.t. Finocchi), Grimaldi, Ceccarini; Serafini (dal 26’ s.t. Calevi) A DISPOSIZIONE Bellacanzone, Ippoliti Martinelli, Flauto ALLENATORE Del Canuto

ARBITRO Notarangelo di Cassino (Cazzorla e Orsini)

RETI nel s.t. al 9’ Pacenza (V), all’11’ Pero Nullo (V), al 14’ Vegnaduzzo (V), 20’ Giannone (V)

NOTE giornata soleggiata, terreno in buone condizioni, spettatori 600 circa. Ammoniti Faenzi e Cirina per la Viterbese; Nencioni, De Paolis, Faina e Ceccarini per il Montefiascone Angoli 4-2 Recupero 1 + 2

VITERBO – Quattro gol per tornare in vetta. La Viterbese si prende il derby contro il Montefiascone e prova dare un calcio alle polemiche che hanno contraddistinto la viglia della gara. L’atmosfera è stata cupa per buona parte del primo tempo, poi i gialloblu hanno trovato il vantaggio mettendo la gara in discesa. Venti minuti sono bastati per regolare i falisci e trovare un minimo di serenità. Anche perché il Rieti pareggia in casa contro il Grifone e i gialloblu mettono nuovamente la freccia. Nella giornata più complessa dal punto di vista nervoso torna il sorriso.

Quattro marcatori differenti segnano il derby: è la giornata di Andrea Pacenza che ha il merito di svegliare la squadra dal torpore e dare una scossa. La grinta e la cattiveria che ci mette su ogni pallone dovrebbe essere da esempio per il resto della squadra. Che capisce di dover reagire e trova in Pero Nullo un abile risolutore. Il folletto di Fratta Todina è al quarto gol consecutivo e consacra il suo stato di grazia. Vegnaduzzo e Giannone completano il tabellino di un derby che non sarà ricordato per l’intensità dimostrata, quanto per la praticità con cui la Viterbese ha sbrigato la pratica. 

Si gioca in un clima surreale: c’è un silenzio rotto da qualche coro che chiede il rispetto della maglia. In curva campeggia uno striscione: “Da sempre oltre il risultato… ma un altro anno in Eccellenza non verrà tollerato”. La tifoseria non ha gradito le recenti deludenti prestazioni e lo fa notare. La Viterbese è chiamata Gregori vara il 4-3-3 con Pero Nullo che si muove largo da sinistra. Tocca a lui inventare, creare superiorità numerica e illuminare una squadra spenta e povera di idee. Federici si piazza in mezzo al campo per dare sostanza al reparto. In difesa si rivede Cirina che guida la retroguardia insieme a Fapperdue. Del Canuto è attento e ha preparato bene la partita. I gialloverdi si dispongono 4-5-1: centrocampo folto per arginare la Viterbese e Serafini funge da unica punta: alle sue spalle si inseriscono Grimaldi e gli esterni Lutchner e Ceccarini.

Chiude tutti gli sbocchi il Montefiascone che si fa preferire per l’organizzazione. I gialloblu ci provano attraverso azioni da fermo: le punizioni di Giannone e Pero Nullo (che scheggia anche la traversa, 22’) sono gli unici sussulti di un primo tempo che non offre spunti di cronaca. Cirina ci prova di testa e sfiora il palo (27’). Il Montefiascone fa attività di presidio degli spazi, ma punge di rado.

Nella ripresa arriva il lampo che spacca la partita: il vantaggio lo firma Pacenza (che dedica la marcatura al team manager Raspoli, 9’). Il raddoppio è repentino: il tiro cross di Pero Nullo si infila alle spalle di Nencioni (11’); triplica dal dischetto Vegnaduzzo, chiude Giannone con una rasoiata dai venticinque metri. Gregori passa al 4-4-2 per blindare la gara con l’ingresso di Gubinelli per Cirina (Federici scala in difesa, Faenzi stringe in mediana). La girandola dei cambi serve solo a ingannare il tempo in attesa del tripice fischio che sancisce il sorpasso gialloblu in vetta.

Venticinquesima giornata 09/03/2014

Caninese - Città di Monterotondo                  
0-0
Civitavecchia - Cerveteri 2-3
Fonte Nuova- Real Monterosi 2-2
Futbolclub - Empolitana Giovenzano 2-0
Ladispoli - Fregene 0-1
Monterotondo Calcio - Montecelio 2-1
Rieti - Grifone Monteverde 0-0
Villanova - Nuova Sorianese 1-1
Viterbese Castrense - Montefiascone 4-0

Classifica dopo la 25° giornata

Viterbese                         55
Rieti 54
Nuova Sorianese 46
Villanova 43
Ladispoli 40
Montecelio 36
Real Monterosi 36
Grifone Monteverde 36
Futbolclub 35
Civitavecchia 34
Montefiascone 28
Fregene 28
Cerveteri 27
Fonte Nuova 24
Caninese 23
Monterotondo Calcio 22
Città di Monterotondo 20
Empolitana 19

Civitavecchia penalizzato di cinque punti

Prossimo turno 16/03/2014

Città di Monterotondo - Futbolclub

Cerveteri - Villanova

Empolitana Giovenzano - Fonte Nuova

Grifone Monteverde - Fregene

Montecelio - Viterbese Castrense

Montefiascone - Ladispoli

Nuova Sorianese - Caninese

Real Monterosi - Monterotondo Calcio

Rieti - Civitavecchia





Facebook Twitter Rss