ANNO 9 n° 204
La Viterbese torna oggi al lavoro
con la testa già alla Cremonese
Nel pomeriggio la ripresa al Rocchi. Neglia: ''Siamo una bella realtà ma c'è tanto da lavorare''
23/08/2016 - 02:01

di Stefano Renzo

VITERBO – La Viterbese (che domani presenta il nuovo sito internet ufficiale) torna ad allenarsi oggi pomeriggio allo stadio Rocchi. In casa gialloblu si pensa a domenica prossima quando per la prima di campionato in via della Palazzina sarà di scena la corazzata della Cremonese per un match dall’alto indice di difficoltà. Probabilmente per entrambe le squadre. Il programma di lavoro della Viterbese è quello classico di ogni settimana: una seduta al giorno da oggi a sabato eccetto domani mercoledì, quando la razione di lavoro sarà doppia.

Si guarda avanti, insomma, ma non si è certo spenta l’eco del rotondo successo di ieri l’altro sul Gubbio, un 3-1 che è valso il passaggio al turno successivo della Coppa Italia. Ne ha parlato, nel dopo partita di domenica, Samuele Neglia, uno di quelli della “vecchia guardia”, uno dei confermati del trionfale scorso campionato che si stanno facendo valere anche nella stagione appena iniziata. “E’ stata una vittoria importante – dice l’autore del secondo gol, splendido, dei gialloblu – perché oltre a consentirci di superare il turno, fa crescere di molto l’autostima in vista dell’inizio del campionato. Una stima nei nostri mezzi che sarà importantissima nei novanta minuti contro i lombardi grigio rossi”.

Per Neglia la Viterbese può fare bene anche quest’anno. ''Siamo rimasti non pochi di quelli che hanno vinto il campionato scorso e sono arrivati giocatori importanti, tutti o quasi tutti con esperienza della categoria. Finora abbiamo lavorato sodo, sia nel ritiro di Chianciano che quando siamo tornati in sede, ed i primissimi riscontri sono stati già registrati. Non eravamo scarsi dopo Sambenedetto del Tronto, come non siamo fenomeni dopo il successo sul Gubbio; siamo solo una bella realtà, che deve lavorare ancora molto senza che questo rappresenti un problema. Il gruppo che si sta formando è unito, c’è molta concorrenza, qui la maglia da titolare nessuno la porta a casa, tutti ce la debbiamo sudare giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Ed è bello così, specie quando la sfida è improntata sulla lealtà, ed alla fine nessuno si meraviglia se ogni domenica accade che ci sono undici titolari in campo ed altrettanti fuori''.

Samuele Neglia è partito nell’undici iniziale nelle ultime due gare giocate, quelle della Coppa Italia, quando ha fatto parte del tridente d’attacco insieme a Diop ed Invernizzi. ''Sì, il mister mi ha dato fiducia che ho cercato di ripagare dando tutto quello che potevo dare. Però, per le considerazioni appena fatte, non è che adesso mi sento titolare inamovibile, sono cosciente che ci sono compagni di squadra che legittimamente ambiscono a questa maglia che per quanto mi riguarda cercherò di conservare lavorando seriamente ogni giorno durante la settimana''.





Facebook Twitter Rss