ANNO 8 n° 112
La Viterbese torna alla vittoria
I gialloblu battono la Lucchese 2 a 0 con i gol di Cuffa al 26' e Neglia al 79'
25/03/2017 - 16:33

VITERBESE – LUCCHESE 2-0

VITERBESE (3-4-3): Iannarilli; Celiento, Miceli, Dierna; Pandolfi, Doninelli (89’ Miceli), Cuffa (47’ Cardore), Varutti; Falcone, Jallow, Neglia (75’ Paolelli). A disp.: Pini, D’Antonio, Micheli, Chiani, Battista, Sandomenico, Fioravanti, Petroselli. All. Puccica

LUCCHESE (3-4-2-1): Nobile, Espeche, Maini (82’ De Martino), Dermaku (62’ Merlonghi); Tavanti, Mingazzini (64’ Bragadin), Bruccini, Cecchini; Nolè, Fanucchi; Raffini. A disp. :Di Masi, Brusacà, Cannoni, Gargiulo. All. Galderisi.

ARBITRO: Nicola De Tullio (Bari).

ASSISTENTI: Pietro Guglielmi (Albano Laziale), Vincenzo Madonia (Palermo).

MARCATORI: Cuffa, 26’; Neglia 69’

NOTE. Ammoniti Dierna, Celiento (V), Mingazzini, Nobile (L). Calci d’angolo 8-3. Spettatori un migliaio con minima rappresentanza ospite. Tempi di recupero: 2’ pt; 4’ st.

di Stefano Renzo

 VITERBO - La Viterbese torna a vincere, dopo tre sconfitte di seguito, ed il popolo gialloblu torna a sorridere, così come sorride Lillo Puccica che bagna nel modo migliore il suo esordio stagionale sulla panchina gialloblu. Vince, la squadra di Camilli con un classico 2-0 sulla Lucchese che ha comunque evitato di arrendersi con anticipo, ha retto il confronto fino a quando il risultato è rimasto sullo 0-0 ed è tornata ad impensierire gli avversari negli ultimi minuti di gioco .

La Viterbese si presenta con il 3-4-3, assetto preferito da mister Puccica. Davanti al portiere Iannarilli, sono Celiento, Dierna e Pacciardi (preferito a Miceli) i tre centrali di difesa, a centrocampo gli esterni rispondono ai nomi di Pandolfi e Varutti mentre i due centrali sono Cuffa e Doninelli. In avanti, Falcone e Neglia ai lati del centrale Jallow. Gli ospiti toscani confermano il 3-4-2-1: tra i pali rientra Nobile, in difesa ci sono Miani, Dermaku e Espeche, Tavanti e Cecchini i due sterni di centrocampo, Mingazzini e Bruccini i due centrali; Nolè e Fanucchi a supporto del terminale offensivo Raffini.

L’inizio è di studio, la posta in palio è altissima e nessuno vuole rischiare più del lecito. Al 7’ Pandolfi crossa in area per Neglia ma la palla è troppo lunga per il capocannoniere gialloblu. Sul fronte opposto, la Lucchese si fa viva un minuto dopo con Fanucchi che mette rasoterra per Raffini che arriva in ritardo sulla palla e la difesa di casa libera. La partita vivacchia più sull’agonismo che su spunti tecnici, al 22’ Dierna becca il cartellino giallo che gli varrà la squalifica per sabato prossimo, la gara non decolla malgrado l’impegno che viene messo da entrambe le parti.

 Al 26’ i padroni di casa sbloccano il risultato. Falcone lascia sul posto tre avversari sulla linea di centrocampo e si invola sulla corsia destra, scarica per Cuffa che effettua un tiro cross sul quale non arrivano né compagni né avversari; la palla sarebbe preda del portiere toscano se non effettuasse una clamorosa uscita a vuoto per il gol dell’1 a 0. La reazione della Lucchese è immediata, rabbiosa ma poco lucida. Tanto che la Viterbese potrebbe raddoppiare al 33’, quando Neglia spreca invece una ghiotta occasione ciccando la palla al limite dell’area. Poi qualche buona occasione, non sfruttata, da una parte e dall’altra (al 40’ Iannarilli para a terra su punizione di Bruccini dai 25 metri) e si va al riposo, dopo due minuti di recupero, con il meritato vantaggio della Viterbese.





Facebook Twitter Rss