ANNO 10 n° 56
La Viterbese torna alla vittoria
Contro il Picerno basta la rete di Tounkara. A Potenza finisce 1 a 0 per i gialloblù
18/01/2020 - 16:32

AZ PICERNO (3-5-2): Pane; Fontana, Lorenzini, Priola (34' st Vanacore); Guerra (40' st Squillace), Vrdoljak (34' st Calamai), Pitarresi, Kosovan, Melli (16' st Nappello); Santaniello, Esposito (34' st Ripa). A disp.: Cavagnaro, Zaffagnini, Donnarumma, La Vigna, Ruggieri, Montagno. Allenatore: Giacomarro

VITERBESE (3-5-2): Pini; De Giorgi, Markic (40' st Ricci), Baschirotto; Bianchi (1' st Zanoli), Sibilia, Besea (1' st De Falco), Bensaja (35' st Urso), Errico; Tounkara (33' st Molinaro), Bunino. A disp.: Maraolo, Vitali, Menghi, Simonelli, Culina. Allenatore: Calabro

ARBITRO: Miele di Nola

MARCATORI: 6' st Tounkara (V)

NOTE: Spettatori 400 circa. Ammoniti: Besea, Markic, Bianchi, Zanoli. Angoli: 8-2. Recupero: pt 0', st 5'

POTENZA – La Viterbese si riprende, con pieno merito, quello che il fato, ed il Bari hanno tolto nello scorso turno di campionato. I gialloblù non hanno fatto una partita eccellente, va detto, ma il fine giustifica i mezzi. Erano i tre punti quelli che servivano come il pane, per uscire da una classifica che si stava facendo preoccupante e perché la zona play off, oggi, è veramente una splendida realtà. Più che altro psicologicamente la squadra si è sbloccata e nonostante abbia terminato la partita senza l'acciaccato Markic, grandissime parate Pini non ne ha certo dovuto fare.

Le due squadre si studiano in avvio. Errico e Tounkara, da una parte, Pitarresi (10') dall'altra, non trovano lo specchio. Stallo scacchistico, occasioni zero, la Viterbese controlla egregiamente e vuole giocare in velocità ed in ripartenza. Stessa cosa per i rossoblù. Al 20' Esposito lavora bene e scarica per Santaniello, pronto il tiro, Pini para. Alza il pressing il Picerno, Santaniello al 27' va di testa su cross di Kosovan, palla sul fondo. Dopo mezz'ora noia e sbadigli al Viviani. Il Picerno batte il primo angolo al 34', gli ospiti non ne hanno calciato ancora uno. Negli ultimi 10' la Viterbese soffre. Il Picerno colleziona corner (ben 4 in 5') ed un palo, quello di Pitarresi, al 39', con Pini che era praticamente battuto. Resta la prima occasione vera e propria del primo tempo. Nel finale di tempo i lucani si trasferiscono armi e bagagli nella metà campo della Viterbese. Allo scoccare del 45' primo angolo pure per i gialloblù ma il risultato resta lo stesso.

Si ricomincia con Zanoli e De Falco in campo e dopo 2' Tounkara crossa per Bunino, l'attaccante vola di testa, sfera che sfiora il palo. Il Picerno sembra riprendere il filo del gioco, interrotto per il supplementare, invece, al 6', Bunino serve in velocità Tounkara, tocco sotto a scavalcare Pane e palla in rete per il vantaggio cimino. Nell'occasione proteste dei lucani che reclamavano un fallo laterale nell'azione che poi Bunino ha trasformato in oro per gli ospiti. La Viterbese rischia di subire il gol battendo un angolo e subendo una velocissima ripartenza. Il Picerno attacca a pieno organico alla ricerca del pareggio.

Si susseguono le mischie a nell'area rossoblù , sembra un assedio vero e proprio. Un gol annullato a Bensaja poi Giacomarro cambia modulo tattico passando al 4-3-3. Nappello manda alto su punizione poi Markic si immola su Esposito. Pressano i rossoblù con un Nappello tarantolato, Pini para un calcio da fermo del neo entrato lucano. Sembra un assedio a Fort Apache con Pini che, però, è quasi disoccupato.

Markic esce, Bunino non la chiude, Pane mette in angolo un pallone che meritava miglior sorte. Cinque di recupero, minuti che non passano mai per i gialloblù. Non succese nulla fino all'ultimo minuto di recupero quando Ricci commette fallo dal limite. La punizione di Nappello, però, va fuori e la Viterbese può esultare per la vittoria che dà morale e fa classifica.

Mercoledì, a Pagani, sarà una partita da affrontare con lo spirito giusto, c'è la possibilità di continuare a salire in classifica.






Facebook Twitter Rss