ANNO 10 n° 21
La Viterbese torna ad allenarsi al Rocchi
10/09/2014 - 02:01

VITERBO – Casa dolce casa. La Viterbese torna ad allenarsi al Rocchi. E lo farà da domani in occasione dell’amichevole in famiglia con la formazione Juniores. Oggi, invece, ci sarà la consegna della struttura da parte della ditta che si è occupata di effettuare i lavori di rifacimento del manto erboso alla società. Un passaggio burocratico che arriva dopo la visita alla Palazzina da parte dei dirigenti comunali che hanno accertato la conclusione dei lavori. Ora ci sarà solo il passaggio tecnico di questa mattina poi la Viterbese potrà tornare ad allenarsi al Rocchi.

I lavori di rifacimento del manto erboso sono stati effettuati dalla ditta Zannoni di San Lorenzo Nuovo e sono iniziati il 24 giugno. Lavori che erano stati promessi dal sindaco Michelini alla fine della passata stagione per concedere alla Viterbese un campo nelle migliori condizioni in vista del campionato di serie D. Rispettati anche i tempi di consegna: si diceva due mesi per la rizollatura e risemina del campo. Hanno aiutato in tal senso anche le temperature non tropicali che si sono registrate quest’estate e le piogge che sono cadute. La riconsegna del Rocchi segue la firma della convenzione per l’utilizzo dello stadio: la Viterbese avrà la struttura fino al 2018, altre quattro anni per poter programmare il futuro calcistico in città.

Intanto la squadra prosegue la preparazione in vista della seconda di campionato contro l’Olbia. Gregori non potrà contare sul ’96 Perocchi (espulso a San Cesareo, si attende la pronuncia del giudice sportivo). Probabile l’inserimento di Giurato, ma è un attaccante ma siccome è un attaccante serviranno degli aggiustamenti interni per consentire il suo utilizzo. Sotto osservazione le condizioni di Horacio Spinelli, uscito domenica scorsa per un fastidio al gluteo. Non destano preoccupazioni ma è comunque tenuto sotto controllo. Spinelli è stato l’autore del primo gol in campionato ed uno dei migliori in campo a San Cesareo. Per il resto Gregori dovrebbe puntare sugli stessi uomini che hanno pareggiato all’esordio: probabile che venga riproposto il tridente in attacco con Saraniti punta centrale, Morini e Pero Nullo sulle fasce. L’avversario di turno è l’Olbia: una formazione che è candidata a recitare un ruolo da protagonista per tutto il campionato. In panchina è arrivato Pierluigi Scotto che guida una formazione interessante: Oggiano, Varrucciu, Molino e Mastinu sono giocatori importanti, Mario La Cava è la ciliegina sulla torta.





Facebook Twitter Rss