ANNO 8 n° 293
La Viterbese si trincera dietro il silenzio
Nonostante la bella partita a Lucca la società gialloblu non parla ancora
21/03/2018 - 07:03

LUCCA – Non si presenta nessuno della Viterbese, come al solito, in sala stampa. Nessuna deroga al silenzio imposto dalla società da ormai diverso tempo, nemmeno la bella partita, o il pareggio di Lucca, fanno cambiare idea al presidente Camilli. Tutti zitti, l'infortunio di Jefferson è l'unica nota stonata di una serata che, per il resto, ha visto la Viterbese attaccare sempre e rispondere in continuazione ad una Lucchese indomita e vogliosa dei tre punti. Ed adesso Jefferson, che ormai non camminava nemmeno più negli ultimi 5', si unisce a De Sousa, già out, e quindi saranno indisponibili per il big-match con il Livorno che, i gialloblù, affronteranno con un solo attaccante di ruolo, Ngissah, come boa offensiva.

Sull'altra sponda, invece, mister Giovanni Lopez fa i complimenti ai suoi ragazzi nonostante la vittoria casalinga manchi dal 12 novembre. ''Tra nazionali ed assenze mancavano sei giocatori – afferma il mister rossonero – perciò questo punto va accettato con un sorriso. Spero di recuperare qualcuno per sabato, avete visto (rivolto ai giornalisti ndc) che dopo l'uscita di Dell'Amico ho messo Russo quinto perché non avevo giocatori''. Ai punti Lopez pensa che avrebbe vinto la sua squadra. ''Ci prendiamo il punto con molto rammarico perché loro, nell'uno contro uno, sono molto bravi, anzi direi che sono tra i migliori del campionato. Davanti – continua il tecnico romano – la Viterbese ha giocatori che possono metterti in difficoltà, gente di altra categoria come Jefferson che è uno degli attaccanti che non c'entra nulla con la Serie C. Per fortuna che i raddoppi sono stati efficaci...''.

La Viterbese? ''Squadra forte ma noi avremmo meritato qualcosa di più''. La Lucchese non ha vinto, nonostante il grande impegno. ''Sto spremendo i giocatori perché non ho alternative. Devo dire che i miei ragazzi sono andati oltre l'ostacolo. Ad un certo punto della gara noi giocavamo e loro ripartivano. Gli siamo saltati addosso (alla Viterbese ndc), abbiamo giocato con lo stesso spirito che ci ha contraddistinto sabato a Carrara''.

Sollecitato sulla Viterbese, Lopez afferma: ''E' una delle squadre più forti del campionato, dicevo che Jefferson è uno degli attaccanti più bravi della categoria, Calderini salta l'uomo come pochi, Vandeputte, allo stesso modo, questi sono giocatori straordinari. La Viterbese è attrezzata per vincere il campionato''.





Facebook Twitter Rss