ANNO 9 n° 168
La Viterbese sente profumo di semifinale
Il Siracusa passa a Francavilla: gialloblu qualificati tra le quattro scudetto
22/05/2016 - 19:13

di Stefano Renzo

VITERBO – Il Siracusa vince (3-2) sul campo della Virtus Francavilla e momentaneamente raggiunge la Viterbese in vetta alla classifica del girone 3 della poule scudetto con tre punti. Tutto rinviato, a voler essere pignoli, a Viterbese – Virtus Francavilla di domenica prossima all’Enrico Rocchi per decidere chi sarà la vincente, e quindi classificata per la fase finale, e chi la seconda che potrà sperare di entrare come la migliore delle escluse. La prima piazza è e resta appannaggio della Viterbese, cui basterebbe un pareggio (e persino una sconfitta con lo scarto minimo) per non avere problemi di sorta (ma non ditelo a Nofri ed ai suoi ragazzi che già ieri evitavano di fare conteggi e parlavano di vincere e solo vincere), mentre i pugliesi per sperare dovrebbero violare il Rocchi con un largo vantaggio. Il Siracusa, invece, ha terminato le sue fatiche ed ora non gli resta di fare altro che aspettare il risultato di domenica prossima, magari tifando per il Francavilla in modo tale da chiudere tutti con tre punti ed affidarsi alla classifica della Coppa Disciplina per decidere la vincente; classifica che premierebbe la Viterbese.

Sempre per la poule scudetto, nel girone 1, il Venezia è crollato anche a Piacenza dove ha perso per 1 a 5 ed è definitivamente fuori dai giochi: domenica si gioca Bellinzago - Piacenza che deciderà chi conquisterà il primo e chi il secondo posto. E’ clamorosamente e definitivamente fuori dai giochi il Parma che non è andato al di là del pareggio (2-2) interno con la Sambenedettese. I ducali erano andati in vantaggio per 2-0 e nella ripresa, una frazione di gioco piena di nervosismo e di botte, si sono fatti raggiungere dai mai domi marchigiani. Anche in questo girone 2 diviene decisiva la terza gara, quella Sambenedettese – Gubbio che si gioca domenica nelle Marche.

Nei play off, quelli del girone G, il risultato a sorpresa, forse, è rappresentato dalla sconfitta interna (1-2) del Grosseto per mano dell’Olbia brava a passare in vantaggio per due volte ed a rendere vano, anche in inferiorità numerica nell’ultima mezz’ora, l’assalto finale dei padroni di casa. L’ambizioso Grosseto è quindi fuori dai discorsi di un possibile ripescaggio e la finale dei play off sarà cosa tutta sarda, a Sassari, appunto tra l’Olbia e la Torres che oggi ha pareggiato (1-1 dopo i supplementari) dopo aver subito il gol del vantaggio del Rieti nel primo dei due over time.

Infine sono due squadre sarde (Budoni e Castiadas) quelle che dopo i play out vanno a fare compagnia alle già retrocesse Astrea e San Cesareo. Nell’anticipo di ieri, il Lanusei aveva guadagnato la salvezza battendo il Castiadas con lo scarto minimo (1-0), mentre oggi è stato il Cynthia a cogliere un inatteso successo corsaro sul campo del Budoni che quindi scende in Eccellenza. 2-0 il risultato finale in favore dei castellani romani, una vittoria legittimata da un gol per tempo, ad inizio gara di Facondini, l’altro, nella ripresa, di Attili.





Facebook Twitter Rss