ANNO 9 n° 229
''La Viterbese non ha ancora giocato una partita, non è una cosa normale''
13/10/2018 - 06:47

VITERBO - ''Serve una riforma limpida che migliori il calcio italiano. Che richieste farei? Regole ferree e certe. Faccio un esempio, e tiro in ballo la Viterbese, squadra della mia città''.

Leonardo Bonucci, dal ritiro della nazionale a Coverciano, chiede al prossimo presidente della Figc - le elezioni ci saranno il 22 ottobre - di attuare tutte le riforme necessarie per ristabilire la ''normalità'' nel mondo del pallone nostrano.

''L'ho già detto e lo ripeto. Eravamo al punto zero un anno fa e in un anno non è cambiato niente. Anzi, forse le cose sono addirittura peggiorate. Mi auguro che con l'elezione di un nuovo presidente federale si cominci a vedere qualcosa di buono. Lo meritano gli italiani, i tifosi e anche noi giocatori'', ha sottolineato ieri in conferenza stampa il difensore della Juventus.

Il destinatario del messaggio non può che essere Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro e finora unico candidato per la presidenza della Figc. Il viterbese cita come esempio la situazione dei gialloblu, ancora a secco di partite giocate dopo 6 giornate in attesa di conoscere il destino dell'Entella che potrebbe spalancare le porte del girone A alla società di Camilli.

''Oggi, e siamo a metà ottobre, la Viterbese appunto non ha ancora giocato una gara, e non è una cosa normale. Serve una riforma importante'', ha affermato il campione di Pianoscarano. Messaggio ricevuto dottor Gravina? 





Facebook Twitter Rss