ANNO 9 n° 323
La Viterbese alla caccia della serenità
I gialloblu si rituffano in campionato: testa rivolta al derby di Montefiascone
02/11/2013 - 04:01

VITERBO – Dopo le ultime fibrillazioni, la Viterbese cerca tranquillità in campionato. I gialloblu si preparano ad affrontare la terza sfida in sette giorni: Pirozzi cerca di tenere il gruppo unito anche durante gli allenamenti. Infatti anche oggi farà effettuare una seduta che poi è quella classica di rifinitura.

Il tecnico ha necessità di conoscere a fondo il materiale umano a disposizione per trovare la soluzione adatta a superare il momento delicato che la Viterbese sta attraversando. La vittoria manca dal 13 ottobre (4-0 al Grifone Monteverde), poi quattro pareggi equamente distribuiti tra campionato e coppa. C’è l’esigenza di ritornare subito a raccogliere i tre punti evitando di perdere terreno e provando a sfruttare il calendario. Infatti il Rieti capolista va a Roma proprio contro il Grifone e per i sabini non è una gara facile.

Tuttavia la Viterbese non può fare calcoli: il derby contro il Montefiascone è già un ottimo banco di prova per testare la tenuta fisica e mentale della squadra. Sulla carta non ci sarebbe gara, ma i gialloverdi falisci hanno dimostrato anche nel turno di coppa di avere discrete qualità: vengono da una pesante caduta a Monterotondo (4-1) e devono riscattare la deludente prestazione.

Pirozzi ha il suo bel da fare per scegliere la migliore formazione: tra squalifiche e infortuni sono tre le assenze pesanti: non si fa a meno a cuor leggero di Pero Nullo (rientro previsto fra due settimane), Federici (2 turni di stop inflitti dal giudice sportivo), Noviello che soffre di una fastidiosa borsite. E la mancanza dei primi due si sta facendo sentire sul piano del gioco e su quello della personalità: entrambi in questo primo scorcio di stagione hanno avuto la capacità di sostenere il peso del gruppo garantendo prestazioni di livello e risultati.

Ora il tecnico di Amatrice dovrà inventarsi qualcosa di nuovo: sta studiando sia l’atteggiamento a due punte per garantirsi maggiore peso in area di rigore, sia la possibilità di confermare il modulo delle ultime giornate. Dai gialloblu ci si aspetta qualcosa in pi: soprattutto una maggiore cattiveria agonistica (qualità che in alcuni momenti è mancata lasciando il passo ad una diffusa sufficienza). Intanto la società non fa trapelare nulla sul nome del prossimo direttore sportivo. E probabilmente non sarà una scelta che partorirà a breve.

Il gruppo comunque ha ancora un mese di tempo fino al mercato di dicembre per convincere della bontà delle scelte: altrimenti ci sarà una profonda revisione dell’organico. E le parole di Vincenzo Camilli diventeranno realtà.

IL CAMPIONATO DELLE ALTRE  - L’ottava giornata presenta sfide interessanti. Già detto delle insidie del Rieti contro il Grifone Monteverde, ci si attende risposte dalla Sorianese in casa contro il Villanova che viaggia a ritmi spediti. I cimini stanno incontrando più di qualche problema e hanno la necessità di non allontanarsi troppo dalle zone di vertice. Chi sta meravigliando per intensità e qualità delle prestazioni è il Monterosi che affronta in casa il Fonte Nuova: la banda di Scorsini sta andando oltre le proprie aspettative e vuole allungare la striscia positiva. E’ la domenica dei derby: oltre quello di Tuscia, il calendario regala Fregene – Ladispoli e Cerveteri – Civitavecchia. Infine la Caninese di Riccardo Sperduti (che ha preso il posto del dimissionario Centaro) gioca in trasferta contro il Città di Monterotondo.





Facebook Twitter Rss