ANNO 10 n° 20
La Viterbese affonda in Sardegna
Sconfitta (1-0) dall'Arzachena, chiude in nove uomini: gialloblu deludenti
21/09/2014 - 16:58

ARZACHENA - VITERBESE 1-0

ARZACHENA (4-3-3): Ruzittu; Atzei, Dedola, Busatto, Rossi; Spina, Pavic, Manzini, Moro; Spano (20'st Samba), Bonacquisto. A disposizione: Raso, Schioppa, Peveri, Fideli, Loi, Giordano, Milia, Cicino. Allenatore: Giorico

VITERBESE (4-4-2): Fadda; Perocchi, Scardala, Cirina, Pacciardi; Andreoli (14st Faenzi), Nuvoli, Spinelli, Giannone (11st Pero Nullo); Pippi (27'st Federici), Saraniti. A disposizione: Zonfrilli, Ghezzi, Giurato, Ciaramelletti, Tuniz. Allenatore: Gregori

ARBITRO: Gentile di Seregno (Madeddu - Masia)

MARCATORI: 1st Spina

NOTE. Espulsi al 14 st Nuvoli (V) e al 26' st Cirina, entrambi per doppia amm. Ammoniti: Rossi, Spano (A), Nuvoli, Pacciardi, Cirina (V). Recupero: 0' pt, 4st.

ARZACHENA - Prima trasferta in Sardegna e prima sconfitta per la Viterbese. Ad Arzachena finisce con la vittoria dei padroni di casa (1-0) e con i gialloblu ridotti in nove uomini a causa delle espulsioni di Nuvoli e Cirina. Una disfatta che avrebbe potuto essere anche più pesante, se solo i sardi non si fossero limitati in un secondo tempo davvero tutto di marca isolana, in cui la squadra laziale ha invece mostrato grandi limiti, specialmente caratteriali.

Cambio di modulo per mister Gregori, che vara il tandem d'attacco Saraniti e Pippi e passa a quattro a centrocampo, con l'inserimento dall'inizio dell'esperto Spinelli e dell'under Andreoli. In difesa, fuori capitan Federici Scardala torna a fare il centrale con l'inserimento a destra di Perocchi, di ritorno dalla squalifica.

Dopo undici minuti la prima netta occasione per i gialloblu, ma è Dedala ad anticipare Pippi e Saraniti e a deviare in calcio d'angolo. Poco dopo la risposta dei padroni di casa, con Pavic, ma il portiere gialloblu Fadda (che torna nello stadio dove giocava qualche anno fa lo zio) blocca senza problemi. Ancora Pavic, al 23', ci prova dal limite ma calcia sul fondo.

E' la Viterbese a fare la partita, anche grazie alla supremazia nel settore mediano, ma col passare dei minuti l'Arzachena cresce. Al 28' la punizione in area di Giannone viene deviato in rete da Pippi, ma l'azione era ferma per un fuorigioco. Al 40' ancora Giannone, stavolta da calcio d'angolo, trova la deviazione di Cirina ma Ruzittu para. La prima frazione finisce dopo l'ennesimo corner dello stesso centtocampista, con la difesa gallurese che libera senza problemi.

La ripresa si apre con una doccia gelata, il vantaggio sardo. Passano appena 25 secondi, Pavic spacca la difesa ospite, serve sulla destra Moro - con la Viterbese scoperta - la cui conclusione viene deviata da Fadda, ma Spina è lì, in agguato, e infila per l'1-0. La partita si accende, Pacciardi rimedia un giallo per proteste e l'Arzachena prova a chiudere i gialloblu in area: ancora Pavic, al 5', ci prova con un destro a rientrare, Fadda c'è e salva il 2-0. Al 10' ancora Arzachena, con una punizione di Manzini fuori di poco.

Gregori si decide a cambiare qualcosa: dentro Pero Nullo per Giannone, non cambia il modulo ma l'inserimento del folletto di Fratta Todina sulla fascia è un tentativo di spingere di più, come accaduto domenica scorsa nella rimonta vittoriosa contro l'Olbia. Ma un'altra tegola arriva dall'espulsione, per doppia ammonizione, di Nuvoli. Altro cambio, allora, tra gli under Andreoli e Faenzi, ma le speranze di rimonta svaniscono al 26', quando anche Cirina si fa ammonire una seconda volta per un intervento falloso: Viterbese in nove e 'tradita' dai suoi giocatori sardi.

Ciononostante, ecco alla mezz'ora la bella azione di Pero Nullo, che mette in mezzo un pallone invitante ma Saraniti, all'altezza del dischetto del rigore, non riesce a colpirla. L'ultimo assalto è ancora di Pero Nullo, su punizione, con palla e danza pericolosamente in area fino ad essere abbrancata da Ruzittu.

Prima sconfitta, allora, e la necessità in settimana di capire le cause e analizzare la situazione, anche perché la prossima sfida sarà da brividi: sabato allo stadio Rocchi, nell'anticipo televisivo, arriva la Lupa Castelli capolista e in formissima, e la Viterbese non avrà neanche Cirina e Nuvoli, che saranno squalificati.

Terza giornata 21/09/2014

Aprilia - Anziolavinio                  
3-1
Arzachena - Viterbese Castrense        
1-0
Fondi - Terracina 3-4
Isola Liri - Ostiamare 1-0
Lupa Castelli Romani - Selargius 6-0
Nuorese - Astrea 1-0
Olbia - Budoni 3-3
Palestrina - Cynthia 1-1
San Cesareo - Sora 1-0

Classifica dopo la 3° giornata

Lupa Castelli Romani        
7
Aprilia 7
Ostiamare 6
Nuorese
6
Arzachena 5
Terracina 5
San Cesareo
5
Viterbese
4
Cynthia
4
Olbia 4
Budoni
4
Fondi
3
Astrea
3
Sora
3
Selargius
3
Isola Liri
3
Anziolavinio
0
Palestrina 0

Isola Liri e Palestrina un punto di penalizzazione

Prossimo turno 28/09/2014

Anziolavinio - Palestrina

Astrea - Isola Liri

Budoni - Fondi

Cynthia - Arzachena

Ostiamare - Aprilia

Selargius - San Cesareo

Sora - Olbia

Terracina - Nuorese

Viterbese - Lupa Castelli Romani





Facebook Twitter Rss