ANNO 9 n° 108
La Tuscia fa il pieno di premi a 'Orii del Lazio'
Sul podio 11 imprese della provincia al concorso dedicato ai migliori oli extravergine di oliva e Dop
24/03/2019 - 18:21

VITERBO - Grandissimo successo per le imprese della Tuscia premiate sabato 23 marzo nella splendida cornice del Tempio di Adriano a 'Orii del Lazio – Capolavori del gusto', il concorso dedicato ai migliori oli extravergine di oliva e DOP.

La manifestazione, giunta alla 26a edizione, è promossa da Unioncamere Lazio con il supporto delle Camere di Commercio presenti nella regione e ogni anno rappresenta un momento significativo sia per stimolare i produttori verso un percorso di costante crescita qualitativa, sia per indirizzare i consumatori verso l'acquisto di oli extravergine di oliva di qualità del territorio.

Come di consueto i vincitori sono stati selezionati attraverso specifiche sessioni di assaggio da una Commissione esaminatrice composta da degustatori professionisti individuati, tra l'altro, in base all'anzianità di iscrizione nell'Albo ufficiale degli assaggiatori e all'esperienza specifica di sedute di assaggio degli oli regionali. I premi sono stati attribuiti ai primi due classificati per ognuna delle categorie in concorso (DOP ed Extravergine) che si articolano, sulla base del fruttato, in leggero, medio e intenso.

'Nonostante la stagione per una parte del nostro territorio non sia stata benevola – dichiara Francesco Monzillo, segretario generale della Camera di Commercio Viterbo – la Tuscia Viterbese non solo è la prima provincia come numero di imprese partecipanti al Concorso Orii del Lazio ma conquista anche numerosi premi importanti a conferma che il percorso intrapreso sul fronte della qualità sta andando avanti senza sosta e con risultati evidenti'.

Queste nel dettaglio le imprese della Tuscia premiate:

categoria Extravergine, fruttato medio

2° Società agricola Villa Caviciana di Grotte di Castro, con 'Villa Caviciana'

categoria Extravergine, fruttato leggero

1° Oleificio 3C di Lorenzo e Biagio Cioccolini di Vignanello, con 'Frantoio Cioccolini'

2° Società agricola Sciuga di Montefiascone, con 'Il Molino'

categoria Canino Dop, fruttato intenso

1° Azienda agricola Laura De Parri di Canino, con 'Cerrosughero Canino DOP'

2° Frantoio Gentili di Farnese, con 'Canino DOP'

categoria Canino Dop, fruttato medio

1° Frantoio Archibusacci dal 1888 di Canino, con 'Principe di Canino'

2° Frantoio Oleario di Gentilucci e Papacchini di Cellere, con 'Canino DOP'

categoria Tuscia Dop, fruttato intenso

1° Società Agricola Coop. Colli Etruschi di Blera, con 'EVO'

categoria Tuscia Dop, fruttato leggero

1° Società Agricola Sciuga di Montefiascone, con 'Il Molino Tuscia DOP'

2° Società Cooperativa Agricola Appo di Viterbo, con 'Olio Appo Oleificio di Gradoli Tuscia DOP'

Tra questi le aziende Laura De Parri e Sciuga sono state ammesse a partecipare alla finale del prestigioso concorso nazionale 'Ercole Olivario' nella categoria Dop. Inoltre è stato assegnato al Frantoio Tuscus, di Giampaolo Sodano di Vetralla, il premio speciale Tonino Zelinotti per la migliore confezione con 'Tuscus Tuscia Dop'.







Facebook Twitter Rss