ANNO 9 n° 178
La prima battaglia è della Viterbese
Gialloblu che passano con un goal di Molinaro: fondamentale il ritorno
27/03/2019 - 22:22

di Francesca Cuccuini

 

VITERBO - Alla vigilia sembrava che il Trapani potesse preferire il campionato: un primo posto a un soffio e una Juve Stabia che perde colpi. Invece i siciliani, nonostante qualche seconda linea fa soffrire un po' i padroni di casa in piena emergenza: mancano Sini, Cenciarelli, Baldassin e lo squalificato Pacilli.

Ma i gialloblu riescono a limitare e di molto i danni riuscendo a tenere il campo per l'intero match. L'occasione più clamorosa capita sui piedi di Zerbin che fallisce un goal quasi fatto, da solo, davanti al portiere Ferrara. E, nel secondo tempo, rimane negli spogliatoi per lasciare spazio a Bismark che va ad affiancare un Polidori che spende molto. Una partita equilibrata tra de squadre che lottano, ma nel secondo tempo Antonio Calabro decide di difendersi e provare a volare in Sicilia senza aver subito goal. Lo fa arretrando Mignanelli e De Giorgi e sostituendo uno stanco Coda che si trascinava una botta rimediata domenica contro la Vibonese.

Al ritorno, inoltre, rientreranno anche Sini e Cenciarelli. Nella seconda frazione di gioco la Viterbese cambia in gran parte soprattutto dopo aver rischiato più di una volta per distrazioni quasi clamorose. Entra, tra i tanti, Molinaro. Entrò e si rese fondamentale contro la Cavese. E così si è ripetuto con il Trapani. A tre minuti dalla fine è lui a insaccare il pallone della vittoria. Si sfila la maglia, esplode il Rocchi delle grandi occasioni e la palla torna al centro.

I tre minuti di recupero sono cori e sofferenza da difesa ferrea. Valentini si fa trovare pronto più di una volta e il triplice fischio finale conferma la vittoria della Viterbese. E' solo la prima battaglia. Ma i leoni voleranno in Sicilia con il, seppur sensibile, vantaggio sugli avversari.

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY COMPLETA 





Facebook Twitter Rss