ANNO 10 n° 52
La Lega Pro è sempre più lontana
Respinto ieri dal Coni il ricorso
presentato dal Taranto F.C.
12/08/2015 - 00:00

VITERBO - Si fa ulteriormente in salita la strada che porterebbe la Viterbese verso quella meta lontana che risponde al nome di Lega Pro. Ieri, infatti, il Collegio di Garanzia del Coni ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal Taranto contro la delibera Figc del 4 agosto, che aveva respinto la domanda di ripescaggio dei pugliesi.

Una sentenza alla quale la Viterbese guardava con grande interesse visto che la posizione delle due società era di fatto la stessa: entrambe avevano chiesto di essere ammesse alla Lega Pro senza però versare i 500 mila euro a fondo perduto richiesti.

Il presidente Vincenzo Camilli aveva annunciato nei giorni scorsi che anche la società gialloblu avrebbe lottato in ogni sede per tentare il salto tra i professionisti. Ora, però, le chance sembrano ridursi. Resta il termine del 24 agosto per chiedere di sostituire il Castiglione, ma il Monopoli sulla carta è la grande favorita per subentrargli vista la miglior posizione in graduatoria.

In tutto questo, San Marino e Forlì sono state ammesse ieri in una serie D sempre più affollata dove, al momento della compilazione dei gironi, c'è il rischio di vederne delle belle. Per il Catania protagonista del calcioscommesse, invece, è stata chiesta soltanto la retrocessione in Lega Pro con 5 punti di penalizzazione. Considerando che senza combinare qualche partita la squadra sarebbe precipitata lo stesso nella categoria inferiore, verrebbe da pensare che a truccare le gare non si fa questo gran peccato, né si rischia poi più di tanto. Speriamo siano solo cattivi pensieri d'estate.





Facebook Twitter Rss