ANNO 9 n° 198
La discarica abusiva al posto dell'albergo
Proseguono le indagini della guardia di finanza sulla natura dei rifiuti interrati nei terreni coltivati a ortaggi
15/06/2019 - 06:44

MONTALTO DI CASTRO – La discarica abusiva al posto del villaggio turistico. L’area in cui la guardia di finanza di Tarquinia ha scoperto lo sversamento di rifiuti, quasi tutti di natura speciale, per il piano regolatore del Comune di Montalto sarebbe destinata alla realizzazione di strutture turistico – ricettive alberghiere. Nella zona di oltre 65 ettari di terreni, a ridosso del mare, adibita a coltivazioni di ortaggi e colture varie, sono stati ''stoccati'' pneumatici, carcasse di autovetture e barche, pezzi di lastre presumibilmente in cemento/amianto, mattoni, guaine, ferro, imballaggi in genere, contenitori in metallo e plastica, sfalci di potatura ed altri rifiuti eterogenei.

Non solo. I finanzieri, con l’ausilio dell’elicottero e del personale tecnico specializzato del reparto operativo aeronavale di Civitavecchia, hanno individuato una vasca scavata all’interno dell'area contenente fusti di colore celeste astrattamente riconducibili ai barili utilizzati per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi. Altri rifiuti sono stati trovati racchiusi all’interno di bustoni e coperti da teli.

Il giudice del tribunale di Civitavecchia ha disposto il sequestro dell’area, terreni e fabbricati, per un valore complessivo di 10 milioni di euro e denunciato i tre campani, proprietari del terreno. Le indagini però proseguono perché sono state individuate tracce di una possibile attività di interramento di altri rifiuti, al momento non individuati. Tracce che saranno oggetto di un approfondimento anche alla luce del fatto che in superficie si procede alla normale coltivazione di ortaggi con conseguente potenziale minaccia alla salute delle persone.






Facebook Twitter Rss