ANNO 9 n° 319
''L’Europa, dopo la caduta del Muro, fatica a trovare la sua identità''
Pienone all'incontro con Giampaolo Rossi
06/11/2019 - 09:31

VITERBO - Una grande festa di libertà ma anche un momento che ha definitivamente cambiato la storia mondiale.

La caduta del Muro di Berlino, a distanza di trent’anni, rappresenta “il crollo del comunismo ma anche l’emergere di due visioni completamente diverse dell’uomo e della sua autodeterminazione”.

A tracciare l’analisi politica di una vera e propria svolta epocale, nella sala Regia del Comune, stracolma per l’occasione, è stato ieri Giampaolo Rossi, consigliere d’amministrazione RAI che, nell’interessante intervista condotta dal coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Massimo Giampieri, ha tracciato le  “Strade d’Europa - A trent'anni dalla caduta del Muro di Berlino'.

“Un cammino verso la presa di coscienza di un’Europa che fatica a trovare la sua identità, schiacciata tra America, Cina, Islam e Russia, e che sta rapidamente evolvendo senza alcun rispetto delle sovranità nazionali.

Un processo determinato da un caso unico al mondo: un insieme di nazioni che vuole trovare la sua coesione su una moneta, prima ancora che sulla storia, su un progetto politico condiviso, su una cultura comune.

Una distorsione che sta determinando un progressivo impoverimento dei cittadini: la diffusione della visione globalizzata della società infatti, oltre a minare profondamente la sovranità popolare, aumenta le disparità economiche e sta lentamente conducendo alla progressiva sparizione del ceto medio.

In definitiva la caduta del muro, dopo l’iniziale e comprensibile esplosione di gioia ha scompaginato gli assetti tra le nazioni, creando una situazione di profonda incertezza nello scacchiere mondiale.

Il muro, in un certo senso, dava “ordine” alle cose, ora si sono aperte numerose strade: sta all’Europa decidere quale prendere”.

All’incontro, organizzato e patrocinato della fondazione Alleanza Nazionale, hanno partecipato il deputato Mauro Rotelli, consiglieri ed assessori di Fdi, tantissimi rappresentanti istituzionali ed il sindaco di Viterbo, Giovanni Arena.

 Fratelli d'Italia Viterbo






Facebook Twitter Rss