ANNO 7 n° 116
Katia Ricciarelli e Barbara De Rossi in scena ad Acquapendente
Due ospiti di eccezione al teatro Boni
05/01/2017 - 12:43

ACQUAPENDENTE - Il ponte dell'Epifania propone due grandi appuntamenti al teatro Boni di Acquapendente, nell'ambito dell'intensa stagione diretta da Sandro Nardi. Si parte sabato 7 gennaio, alle ore 21 con il primo dei quattro spettacoli di ''Viaggio nell’Operetta'' di Gianni Gori e Alessandro Gilleri, per la regia di Sandro Corelli, un affascinante percorso scenico nel tempo, dalla fine dell’Ottocento agli anni '30 del Novecento, cinquant’anni lungo le fortune della cosiddetta piccola lirica, in realtà un autentico scrigno di perle e di delizie musicali di cui sarà straordinaria ''chaperon'' un’illustre protagonista: Katia Ricciarelli. Il soprano sarà sul palco con Andrea Binetti, Marzia Postogna, Nicola Malagnini, Antonella Profera ed Enrica Musto e la Nuova Compagnia Sandro Massimini di Trieste. Il tema è Vienna. 'Viaggio nell'Operetta' è un progetto che si sviluppa da gennaio ad aprile 2017 nei teatri Boni di Acquapendente, Tor Bella Monaca, delle Muse e Marconi di Roma e Bobbio di Trieste. Racconta quattro luoghi storici dell’Operetta, dedicando la prima serata a Vienna, la seconda a Budapest e all’operetta danubiana, la terza a Parigi e Londra, la quarta a Roma e all’Italia.

Domenica 8 gennaio, alle ore 17.30, arriva ''Il bacio'' del drammaturgo olandese Ger Thijs, presentato dall’associazione culturale Foxtrot Golf con una protagonista d’eccezione come Barbara De Rossi, affiancata in scena da Francesco Branchetti, che ne cura anche la regia.

''Un testo straordinariamente e profondamente intriso di umanità - afferma Branchetti, co-protagonista e regista - è la storia di un incontro tra un uomo e una donna, una panchina, un bosco, dei sentieri, due vite segnate dall’infelicità, forse dalla paura ma che, in una sorta di magica 'terra di mezzo', arrivano a sfiorarsi, a toccarsi. Una donna che va alla ricerca del suo destino,un uomo che fa i conti con i suoi fallimenti e con la sua storia. La magia e i misteri di sentieri e di un bosco fa da sfondo all’incontro tra i due, la magia del mondo che li circonda ed una strana quiete che talvolta guadagn a il suo 'spazio' accompagnano l’avvicinarsi di queste due anime; dalla diffidenza iniziale, alle prime confidenze, fino a una complicità a tratti quasi struggente e intrisa di emozione,il tutto raccontato con una leggerezza di tocco, con una grazia che accompagna l’indagine psicologica dei personaggi e della nascita di un sentimento forse d’amore e ogni sfumatura,ogni battuta, diventa emozione condivisa, batticuore per tutti noi''.







Facebook Twitter Rss