ANNO 8 n° 322
Judo: brilla il Gran Prix ''Terra Falisca''
E il sindaco Scarnati conferisce la cittadinanza onoraria a Gennaro Maccaro
18/10/2018 - 17:24

FABRICA DI ROMA - Splendida giornata di sport, alla quale non hanno mancato di rimarcare la loro soddisfazione tutti gli autori e protagonisti. E’ cosi andata a Fabrica di Roma, dove, nella gradevole e funzionale palestra comunale, domenica scorsa si è tenuta la quattordicesima prova del Gran Prix “Terra Falisca” di Judo. Valevole come prova finale della categoria esordienti B. Non a contorno ma a esaltare anche il torneo internazionale a squadre Italia-Romania-Rappresentativa Emilia Romagna.

Alla fine della giornata i numeri, il valore tecnico e una importante cerimonia, hanno gratificato gli sportivi del Judo e anche i semplici curiosi intervenuti, per aver assistito a un eccellente esempio dove sport e tradizione insieme alzano il livello di Fabrica, una cittadina che in queste occasioni sa dare il meglio di se stessa.

Dopo i necessari preliminari e le prime gare, una sfilata delle tre rappresentative del Torneo, con le rispettive bandiere nazionali e regionali, e poi una cerimonia protocollare che ha lasciato il segno, sia nella comunità fabrichese che alla Federazione Italiana Lotta Judo Arti Marziali. Il sindaco di Fabrica, Mario Scarnati, ha consegnato al Maestro Benemerito Gennaro Maccaro, presidente del Comitato regionale Lazio del sett. Judo, la cittadinanza onoraria e le chiavi della città, quale attestato del suo grande impegno nella promozione e valorizzazione dello sport del Judo.

Il Maestro benemerito ha contraccambiato con la consegna al Sindaco della Cintura Nera ad Honorem, considerando assai importante quanto Fabrica sta facendo ormai da un quindicennio per questo sport.

Un elogio e una splendida targa anche all’attivo assessore allo sport Giorgio Cimarra che tanto si è prodigato . E ancora a Mauro Testa, il popolare ''Spadino'' atleta e infaticabile lavoratore che come sempre ha curato tutta la parte tecnico-organizzativa ed a Doriano Pedica il segretario della Yama Bushi.

Il tutto con il contorno di pregevoli pergamene e targhe e la documentazione con decine di scatti fotografici. Ad essere immortalato anche il M° Domenico Petti, vera icona del Judo viterbese, direttore tecnico della Palestra Yama Bushi e responsabile provinciale FIJLKAM Judo, che con il suo staff ha inventato e reso importante il trofeo ''Terra Falisca''.

Per una volta, data la straordinarietà dell’evento e delle onorificenze reciproche concesse, la parte protocollare ha rubato un poco di tempo all’agonismo sportivo, il quale ha poi avuto ampio modo di rifarsi con le gare che sono continuate fino al pomeriggio inoltrato , con il solito contorno di pubblico competente, caloroso e numeroso.

Da segnalare la fattiva organizzazione del Comitato S. Matteo e Giustino, un gruppo di affiatati giovani che hanno creato, come ormai da anni, un gradevole e gradito punto di ristoro per proporre prodotti e cucina locale a tutti gli intervenuti.

Che Fabrica avesse un importante ruolo nel judo si sapeva già da molti anni e l’ennesimo successo della quattordicesima edizione di “ Terra Falisca” con tutti i riconoscimenti ufficiali della giornata hanno sancito assolutamente questo dato di fatto.






Facebook Twitter Rss