ANNO 9 n° 323
''Integriamoci'', l'ok a Palazzo dei Priori
Il sindaco firma il protocollo sperimentale con la cooperativa Tre Fontane
17/12/2018 - 16:12

VITERBO - Impiegare i richiedenti asilo del Cas in attività di volontariato in favore e al fianco della cittadinanza viterbese. È questa in sintesi il progetto ''IntegriAMOci'', il cui accordo siglato oggi a Palazzo dei Priori dal sindaco Arena e dal presidente della cooperativa Tre Fontane, Cosimo Zurlo, che gestisce il centro di accoglienza straordinaria del Balletti Park Hotel. Presenti anche il prefetto Bruno e il presidente della IV commissione Stefano Caporossi e il vice sindaco Contardo, tra i promotori di questa iniziativa.

Il progetto, della durata di sei mesi sarà ''finalizzato all'esercizio di iniziative di volontariato mirate all'inserimento sociale dei migranti in tutte quelle attività svolte in ambito sociale e di pubblico interesse (non a fini di lucro), che possano arricchire la conoscenza del territorio e migliorare l'integrazione dei richiedenti con i viterbesi'' ha sottolineato il primo cittadino. In pratica circa sessanta migranti volontari,divisi in cinque o sei squadre aiuteranno Viterbo Ambiente nel mantenere pulita la città. Opereranno con una divisa con scritto “Integriamoci per Viterbo”.

Andando nel dettaglio, l'intento dell'amministrazione è di impiegare i migranti nello spazzamento e nella pulizia di strade e marciapiedi, attività che verrebbero svolte sotto la supervisione di un educatore o di un tecnico e ''in modo personale e gratuito dai soggetti – sottolinea il vice sindaco Contardo –, non dovendo dunque configurarsi come sostitutive delle normali ed eventuali attività di lavoro strutturato e retribuito''.

''Questa attività rientro nello spirito di integrazione e di accoglienza per i richiedenti asilo - ha aggiunto ancora il prefetto Bruno -. Mi auguro che questo sia solo il primo di una lunga serie: mi piacerebbe che iniziative simili a questa possano prendere piede anche in altri Comuni della Tuscia. Siamo convinti che questo sia un contributo sociale che aiuterà i richiedenti asilo ad integrarsi in maniera migliore con la società. Inoltre vorrei solo rispondere all'articolo uscito su ''Il Messaggero''. Oggi stesso mi sono attivato per per il bando europeo secondo le nuove disposizioni''.

In chiusura le parole di Cosimo Zurlo, presidente della cooperativa Tre Fontane: ''Siamo grati e abbiamo grande rispetto per quanto fatto in termini di ospitalità da Viterbo. I nostri ospiti vogliono tutti poter contraccambiare quanto ricevuto. Inoltre, alla presenza del Prefetto mi sento di poter affermare di aver avuto sempre il supporto delle istituzioni dalla nostra parte e che in questa città lo Stato c’è, è forte ed è presente''.







Facebook Twitter Rss