ANNO 8 n° 353
''Impressionato dalla prova di Pandolfi, bene l'ingresso di Cardore''
Mister Puccica è un fiume in piena dopo la vittoria sulla Lucchese
26/03/2017 - 07:23

di Stefano Renzo

VITERBO – E’ un Lillo Puccica raggiante, sicuramente emozionato, quello che ieri si è presentato in sala stampa dopo la partita vinta dalla sua Viterbese sulla Lucchese. “Sono contento, molto contento e non solo per questa vittoria che pure vale moltissimo. Sono contento perchè ho ritrovato la panchina, una panchina importante come quella della Viterbese che, chi mi conosce lo sa bene, fa parte di me. Per questo voglio approfittare dell’occasione per ringraziare pubblicamente la famiglia Camilli per avermi dato la possibilità di fare questa esperienza che, comunque finisca, per me è importantissima e gratificante”.

Si guarda intorno ed aspetta le domande, forse anche con un pizzico di trepidazione. Al punto che addirittura le anticipa con le risposte. “Non rientra nelle mie abitudini parlare dei singoli, ma oggi mi sento di dire che sono rimasto impressionato dalla prestazione di Pandolfi, una prestazione di qualità e di quantità. Veramente bravo. Così come è stato bravo Cardore chiamato a prendere il posto di Cuffa all’inizio del secondo tempo ed anche lui autore di una prova all’altezza della situazione”.

Ed a proposito di Cuffa, si teme che un’altra tegola si possa abbattere sulla Viterbese sotto forma dell’ennesimo infortunio. “Vediamo cosa ci diranno i medici nelle prossime ore – dice ancora mister Puccica – le prime notizie non sono rassicuranti e lasciano aperte più ipotesi. Speriamo bene, per prima cosa per il giocatore e poi perché perdere un altro elemento a centrocampo in vista della trasferta di sabato ad Olbia dove dovremo fare a meno anche di Dierna che verrà squalificato ci creerebbe qualche problema in più”.

Si potrebbe magari pensare ad un Miceli avanzato sulla mediana, come è avvenuto negli ultimi minuti della partita con la Lucchese, quando l’ex Olbia ha rilevato Doninelli. “Non è da escludere – ammette il tecnico gialloblu – perché il ragazzo a mio parere ha caratteristiche che gli possono consentire di esprimersi bene anche davanti alla difesa. Vediamo, al momento abbiamo iniziato a cercare di inventare qualcosa per trovare qualche soluzione in più, anche per sopperire alle assenze”.

Lillo Puccica è un fiume in piena e a chi gli chiede se c’è qualcosa della partita che non gli è piaciuta risponde che “Avrei preferito che riuscissimo a chiuderla prima, per stare in campo con un po’ più di tranquillità. Però, a pensarci bene, se per arrivare al 2 a 0 dovevamo attendere di vedere il gol di Neglia, allora dico che ne è veramente valsa la pena. Battute a parte, poco ho da rimproverare ai ragazzi, anzi dico che questa vittoria è tutta merito loro, io ho potuto metterci poco di mio dopo neanche una settimana di lavoro, se non qualche suggerimento e l’impegno a riportare un po’ di quella fiducia che comprensibilmente era un po’ calata dopo tre sconfitte. Siamo tutti consapevoli che molto resta da fare, che dobbiamo lavorare sodo se vogliamo, come vogliamo, cercare di arrivare il più in alto possibile nelle gare, sette, che ci restano da disputare e poi andare a vedere cosa succede nei play off con l’organico speriamo al completo”.

La Viterbese che oggi si gode il meritato riposo, torna a lavorare domani pomeriggio. L’appuntamento è per le 14,30 allo stadio Enrico Rocchi.






Facebook Twitter Rss