ANNO 9 n° 20
Il vasto e complesso mondo del caffè
12/10/2017 - 13:51

 

Tutti noi conosciamo il caffè, o almeno crediamo di conoscerlo come le nostre tasche: al contrario, sono davvero pochi gli appassionati che conoscono ognuna delle mille sfaccettature di una bevanda che vanta alle sue spalle una storia secolare, fatta di eventi e anche di tradizioni. E poi sono talmente tante le varietà di caffè, che è davvero difficile potersi vantare di conoscerle tutte: ancora meno di averle provate, alla luce del fatto che alcune varietà sono incredibilmente rare e costano tantissimi soldi (oltre ad essere introvabili nel nostro Paese). Ecco perché oggi cercheremo di aprire uno squarcio per gettare uno sguardo all’interno del vasto e complesso mondo del caffè.

Il caffè: una storia che parte da lontano

Innanzitutto partiamo da una premessa: il caffè altro non è che una bevanda ottenuta dalla tostatura dei chicchi delle diverse varietà di piante note come Coffee, e appartenenti alla famiglia delle Rubiacee. Fin qui, c’è ben poco mistero. Ma le origini di questa bevanda sono al contrario molto appassionanti e oscure: c’è chi pensa che il caffè sia nato nei paesi arabi, inizialmente col nome di “qahwa”. Poi, i turchi avrebbero cambiato il nome in “qahvè”, e da lì si sarebbe poi diffuso in Europa e in Italia con il nome di caffè (per assonanza). Altri, invece, credono che il caffè sia nato in Etiopia e che il nome derivi dalla regione che per prima cominciò a produrlo: la Caffa.

Il caffè in Italia, fra ieri e oggi

Il caffè si diffuse in Italia nel 1600, per merito dei commercianti di Venezia, ma oggi le tendenze sono ovviamente cambiate in modo radicale. Sempre più spesso, infatti, gli italiani preferiscono comprare le cialde di caffè, non solo nei negozi fisici ma anche online: il digitale, dunque, ha coinvolto anche una delle tradizioni più antiche. Questo è ovviamente dovuto ai ritmi che cambiano e alla società moderna, che impone poche pause, e quindi alla necessità di massimizzare lo scarso tempo a disposizione: con le macchinette per il caffè, si protegge la qualità ma si minimizzano i tempi.

Caffè: quali tipologie esistono?

Impossibile parlare di tutte le tipologie di caffè provenienti dai quattro angoli del globo. Meglio concentrarsi, dunque, sulle varietà più conosciute e su quelle più rare: nel primo elenco figurano grandi classici come l’arabica, la liberica e la robusta, e sono così conosciute perché coltivate o esportate in tutto il mondo. Diversamente da queste, alcune varietà di caffè sono coltivate solo in poche zone o paesi, e dunque sono decisamente meno conosciute: qui troviamo ad esempio la mauritana e la racemosa, rispettivamente prodotte nelle Mauritius e in Mozambico. Altri paesi noti per le loro varietà sono l’Etiopia, il Vietnam e il Messico.

 







Facebook Twitter Rss