ANNO 9 n° 341
''Il terzo scalo del Lazio ed il ruolo di Viterbo''
Se ne parla in un incontro organizzato da Fratelli d'Italia
27/11/2019 - 11:21

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo.

''Viterbo cancellata dal Piano Nazionale degli Aeroporti: come e perché è successo.

Fratelli d’Italia vuole approfondire tutti gli aspetti, politici ed economici, legati all’ipotesi di una struttura di fondamentale importanza per il territorio, a partire dalla Convenzione-Contratto di Programma da 300mln€ che venne inspiegabilmente cancellata. 

Ora, alla luce dell’annunciato aggiornamento del “Piano nazionale aeroporti” che determinerà non solo l’ottimizzazione di Fiumicino e Ciampino, ma imporrà la necessaria realizzazione del terzo scalo del Lazio, Viterbo potrà tornare a giocare un ruolo da protagonista?

In tutto il Lazio, in virtù della crescita esponenziale di passeggeri e merci che si è registrata negli ultimi anni, l’imprenditoria e la politica si riattivano sulla vicenda del “Terzo scalo” e la Tuscia non può certo rimanere alla finestra.

Di tutto questo e molto altro si parlerà in un incontro, organizzato da Fratelli d’Italia-Tuscia Tricolore al Gran Caffè Schenardi di Viterbo venerdì 29 novembre alle 18. 

Dopo l’introduzione del deputato Mauro Rotelli, interverranno: il senatore Giambattista Fazzolari, che, con il Centro Studi di Fratelli d’Italia, ha già organizzato al Senato un appuntamento proprio sul Terzo scalo del Lazio, Antonio Pellicano , presidente del comitato Fuori Pista, Giulio Marini, sindaco all’epoca in cui venne bloccato il progetto dell’aeroporto e Fabio Belli delegato Ance alle Infrastrutture''. 

Fratelli d’Italia Viterbo






Facebook Twitter Rss