ANNO 8 n° 262
''Il presidente della Pro Loco non dice la verità''
Il sindaco di Civita Castellana sulla presunta mancata collaborazione agli eventi
18/06/2018 - 15:30

Riceviamo e pubblichiamo dal Comune di Civita Castellana

CIVITA CASTELLANA - ''Dispiace dover constatare - afferma il sindaco Angelelli - come il presidente della Proloco non dica la verità su come effettivamente si siano svolti i fatti riguardanti l’organizzazione degli eventi estivi proposti dalla Proloco. Vero è che è pervenuta in Comune in data 11 maggio la richiesta per l’organizzazione di una serie di eventi riguardanti il centro storico in collaborazione con il CCN e la Rustica.

Sentiti dal sottoscritto in via informale alcuni commercianti nonché il responsabile della Rustica, i quali mi riferivano di non saperne nulla, ho chiesto all’assessore Gasperini di organizzare una riunione chiarificatrice tra tutti i soggetti coinvolti.

Al predetto incontro, svoltosi il 30 maggio, il CCN esprimeva il proprio disinteresse a collaborare a tali eventi, mentre la Rustica, pur riservandosi la decisione, prendeva atto di non essere stata interessata preventivamente e contestava il comportamento del presidente della Proloco.

A questo punto il presidente stesso, visti i contrasti con quelli che avrebbero dovuto essere i partner dell’organizzazione, rinunciava agli eventi.

Di tutto ciò è stato stilato verbale redatto dal dipendente comunale presente.

Non corrisponde quindi al vero che l’assessore Gasperini o l’amministrazione comunale abbiano ostacolato in alcun modo l’opera della Proloco.

Tuttavia, giunti a questo punto, alcune considerazioni vanno ormai svolte: ritengo che l’atteggiamento del presidente della Proloco sia costantemente sopra le righe, dovendo ricevere spessissimo in comune associazioni, persone, gruppi che lamentano la totale impossibilità a collaborare con la Proloco e con il suo presidente.

Ciò è successo in occasione del Carnevale, con i gruppi mascherati e con il gruppo che ha realizzato il Puccio, durante le festività con i bancarellari (che proprio per tale ragione si rifiutano ormai di venire a Civita Castellana), con il CCN (che infatti non vuole più collaborare come nel caso di specie), con la stessa Rustica (scottatasi per l’ultima volta nella trasferta a Ferrara).

Per queste ragioni già l’anno scorso l’amministrazione non ha concesso il patrocinio alla Proloco per l’evento ''La fiera delle sagre'' in quanto non si riesce ad avere un quadro preciso e lineare nell’organizzazione degli eventi, ma spesso tutto è rimesso all’improvvisazione, sebbene vadano riconosciuti lo sforzo e la buona volontà.

Nel frattempo nella città sono cresciute altre organizzazioni di volontariato tese ad alimentare eventi e manifestazioni pubbliche. Mi riferisco senza dubbio ai gruppi di carnevale cresciuti negli anni, ad OPS, formato da giovani concittadini vogliosi di collaborare al bene collettivo, agli Arcieri, eccellenza degli ultimi anni, insieme alla nascente associazione dei Musici. Queste sono alcune tra le organizzazioni che ormai si sono impiantate nella società civile civitonica, che tuttavia non hanno legami con la Proloco.

A fronte di questa vivacità sociale, sebbene da anni si parli di proloco, il numero delle persone che vi partecipano è veramente assai ristretto, ed anzi è da tutti individuata nella sola persona che ne riveste il ruolo di presidente da sempre.

L’amministrazione comunale non ha mai ostacolato nessuno ed anzi stimola la collaborazione dei cittadini, ma quando ciò diventa veramente difficoltoso è forse opportuno valutare le iniziative che vengono intraprese.

Per il bene della collettività e l’organizzazione degli eventi pubblici, personalmente ritengo che sia venuto il momento di un cambiamento all’interno della compagine della proloco.

A fronte di ciò, siccome non è mia abitudine nascondermi dietro un dito, voglio precisare la costante correttezza del consigliere Aleandri, il quale si è sempre tenuto estraneo alle decisioni riguardanti la Proloco al fine di evitare qualsiasi conflitto di interesse, cosa di cui gli va dato merito''.






Facebook Twitter Rss