ANNO 9 n° 178
Il pari va bene a Pagliari: ''Bravi tutti''
Soddisfatto della prestazione dei suoi dopo soli 3 giorni di allenamento
12/12/2016 - 02:01

VITERBO – È contento mister Pagliari che a fine partita si concede alle domande della stampa. ''La superiorità numerica ha cambiato la partita? Non ho visto grandi pericoli nel primo tempo anche quando eravamo in 11 contro 11 – esordisce – e di fronte avevamo una squadra come l'Arezzo ben costruita, tecnicamente importante, a cui abbiamo concesso zero''. È stato troppo poco con la squadra, lo sottolinea. ''Tre giorni di lavoro insieme a loro, devo fare i complimenti ai ragazzi per la compattezza e per come si sono comportati''.

Si aspettava una Viterbese così?

''Mi aspettavo quello che hanno fatto. Nella ripresa abbiamo fatto solo noi la partita. Vero è che non siamo riusciti a segnare, ma questo è un punto di partenza interessante. Stiamo partendo per costruire qualcosa di importante. 4-4-2? Questi sono numeri per voi. Al di là dei numeri la squadra ha concesso pochissimo ad un avversario importante ed ha ottenuto quello che voleva''.

Applaude i suoi. ''Ho visto un buon piglio, una buona applicazione. Nella ripresa con un briciolo in più di convinzione potevamo portarci a casa il risultato pieno''.

L'espulsione di Moscardelli?

''Da 30 metri di distanza che posso dire? Non lo so è inutile commentare l'episodio ero troppo lontano. Mi interessa, però, la prestazione, l' applicazione, la voglia di vincere e di combattere di chi ha giocato. Costruiremo un'identità su questo''. Non poteva fare miracoli. ''Ho fatto in tutto meno di tre ore d'allenamento. I ragazzi, però, mi sono piaciuti''.

Ed a chi afferma che l'Arezzo in dieci meritava qualcosa di più Pagliari replica: ''Iannarilli non ha fatto una parata nemmeno nel primo tempo. Noi abbiamo avuto un'occasione con Cenciarelli di testa, un'altra con Bernardo che la poteva buttare dentro. Se qualcuno devve rammaricarsi siamo noi''. Ultima domanda sui ruoli.

Due centrocampisti adattati da esterno?

''Sono andati tutti bene. Quando la gente ha voglia di giocare a calcio, anche fuori ruolo rendi bene lo stesso. Complimenti a tutti''.

Sull'altro fronte mister Sottili è abbastanza teso per l'espulsione di Moscardelli: ''C'è stato uno scontro con due giocatori finiti a terra ma il cartellino rosso c'è stato solo per uno. Siamo punto ed a capo con gli arbitri. Certo che in undici contro undici avremmo potuto vincere. In parità numerica la partita l'abbiamo fatta solo noi. In dieci abbiamo perso campo, certo è che la terza partita in una settimana pesa. Nel computo totale dei tiri fatti siamo sempre più noi, così come nei cross fatti. Mi consolo perché una partita del genere qualche tempo fa l'avremmo persa. Oggi abbiamo avuto la maturità per pareggiarla. La Viterbese? All'inizio della stagione era considerata un'outsider per il campionato. Lo confermo''.





Facebook Twitter Rss