ANNO 9 n° 142
''Il nostro patrimonio artistico deturpato per attaccare un cartellone''
La denuncia dei consiglieri di minoranza di Vitorchiano
13/05/2019 - 09:41

VITORCHIANO - Riceviamo e pubblichiamo dai Consiglieri di Minoranza al Comune di Vitorchiano:

Passato il santo, finita la festa.

Premettendo un ringraziamento davvero sentito al Comitato festeggiamenti San Michele e a tutti i volontari che lo compongono e che si sono impegnati durante tutto l'anno affinché l'intera comunità potesse godersi bellissime giornate di condivisione e allegria, caratterizzate da un'organizzazione impeccabile, possiamo ora occuparci di alcune perplessità che ci hanno colpito in questi giorni di festeggiamenti vitorchianesi.

Crediamo fermamente che il dovere di chi amministra un territorio sia di preservare il patrimonio artistico, come bene pubblico da tramandare alle generazioni future, senza alterazioni né danneggiamenti. A tal fine, ha l'obbligo di mettere in pratica tutte le misure a sua disposizione, non permettendo a nessuno di rovinare le bellezze di tutti. Vitorchiano è un paese con una cinta muraria del secolo XIII, che colpisce e stupisce ogni visitatore e di cui con estrema cura dobbiamo occuparci. Ciò nonostante, chiunque sia passato da lì in questi giorni, ha potuto notare uno sfregio inaccettabile: la torre millenaria forata in quelli che sembrano numerosi tentativi di ricerca del posto migliore per l'ancoraggio del banner con il logo dei festeggiamenti di turno.

Ci preme conoscere il processo decisionale che ha portato a queste iniziative e se in esso è stata coinvolta, magari con un parere professionale, la sovrintendenza alla conservazione dei beni culturali. Inoltre, sarebbe opportuno che la cittadinanza conoscesse i nomi degli artefici di tutto ciò, per poter attribuire le dovute responsabilità, in una preziosa ottica di trasparenza, e ricevesse dall'amministrazione comunale chiarimenti riguardo l'auspicabile monitoraggio svolto nelle diverse fasi del processo (anche per dissipare dubbi riguardo chi sia a gestire effettivamente ciò che accade in Comune).






Facebook Twitter Rss